Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 17:44
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Sentenza shock a Brescia: uccise la moglie, assolto per “delirio di gelosia”

Immagine di copertina

Nel 2019 Antonio Gozzini uccise la moglie con mattarello e coltello a Brescia

Assolto perché incapace di intendere e di volere a causa di un totale vizio di mente per “un delirio di gelosia”. Si è chiuso così il processo davanti alla Corte d’Assise di Brescia a carico di Antonio Gozzini, 80enne che un anno fa uccise la moglie Cristina Maioli, e poi vegliò sul suo corpo per ore. La Corte non ha dunque accolto la richiesta di ergastolo, presentata dal pm Claudia Passalacqua.

La difesa e l’assoluzione

La difesa dell’uomo, che non era presente in aula, aveva chiesto l’assoluzione proprio ritenendolo incapace di intendere e volere al momento dell’omicidio, così come riconosciuto dalla Corte.

Il legale

“Siamo soddisfatti perché la sentenza rispecchia quanto emerso nel dibattimento e cioè che il mio assistito non era capace di intendere e volere”, ha commentato l’avvocato Jacopo Barzellotti, legale di Antonio Gozzini.

La dinamica dell’omicidio

La donna venne prima stordita nel sonno con un colpo di mattarello in testa e poi accoltellata alla gola. In fase processuale il consulente dell’accusa e quello della difesa sono stati d’accordo nel dire che l’uomo “era in preda ad un evidente delirio da gelosia che ha stroncato il suo rapporto con la realtà e ha determinato un irrefrenabile impulso omicida”.

Leggi anche: Uccise 3 donne ogni settimana in Italia: la tragica fotografia sui femminicidi 

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Burioni: “Dal 6 agosto i no vax saranno agli arresti domiciliari, chiusi in casa come sorci”
Cronaca / Il caso dell’imprenditore italiano in cella negli Emirati da 4 mesi. Avvocato a TPI: “L’Italia lo aiuti, non ci sono accuse”
Cronaca / Internet, rivoluzione “social”: online “heArt”, la piattaforma che connette artisti e amanti di ogni forma d’arte
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Burioni: “Dal 6 agosto i no vax saranno agli arresti domiciliari, chiusi in casa come sorci”
Cronaca / Il caso dell’imprenditore italiano in cella negli Emirati da 4 mesi. Avvocato a TPI: “L’Italia lo aiuti, non ci sono accuse”
Cronaca / Internet, rivoluzione “social”: online “heArt”, la piattaforma che connette artisti e amanti di ogni forma d’arte
Cronaca / Formentera, l'isola che se ne frega del Covid: "Altro che Green pass, qui assembramenti e zero controlli"
Cronaca / Il pentimento dei no vax che finiscono in ospedale: “Non eravamo informati”
Cronaca / Omicidio Voghera, l’ultima ipotesi investigativa: “L’assessore stava cercando la vittima”
Cronaca / “Può uccidere ancora”: il pm chiede la convalida dell’arresto per l’assessore leghista di Voghera
Cronaca / Torino, folla in piazza contro il Green Pass: “È discriminatorio, vogliamo la libertà”
Cronaca / Morto lo scrittore Christian La Fauci. La madre non autosufficiente è deceduta di stenti
Cronaca / Rt Italia sale a 1,26, Meloni: "Da Draghi parole di terrore"