Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

L’infettivologo Matteo Bassetti inseguito e minacciato da un No Vax sotto casa: “Sono terroristi, è un movimento organizzato”

Immagine di copertina
A sx l'infettivologo Matteo Bassetti e a dx una manifestazione di No Mask e No Vax a Torino. Credits: Ansa

“Sono terroristi, è un movimento organizzato“, colpiscono le parole, a In Onda, su La7, dell’infettivologo Matteo Bassetti, inseguito da un No Vax fino sotto casa, a Genova, dopo essere stato minacciato, assieme ai familiari, per settimane. “Ho fatto 70 denunce, ora chiedo tutela allo Stato” dice Bassetti. Il direttore del reparto di malattie infettive dell’ospedale San Martino si rivolge ai magistrati: “Chiedo di essere maggiormente tutelato dalla magistratura. Bisogna che ci sia un’azione a difesa di chi ha messo la faccia a favore dei vaccini”, si è sfogato l’infettivologo.

Ma Bassetti non è l’unico perseguitato dai No Vax. A finire nel mirino di alcuni anti-vaccinisti ci sono anche i giornalisti. È di ieri l’aggressione a Francesco Giovannetti, cronista e videomaker di Repubblica che è stato preso a pugni durante un sit-in davanti al ministero dell’Istruzione per protestare contro il Green Pass: il responsabile è stato denunciato per minacce aggravate. A Roma sabato sera era stata ferita la collega Antonella Alba di Rainews nel corso di un’altra manifestazione.

Insomma i No Vax stanno dando vita a un’escalation di atti violenti. E le aggressioni ormai non sono più soltanto verbali. Il Viminale tiene alta la guardia e considera la giornata di domani – quando i No Vax minacciano di bloccare i treni a lunga percorrenza, in occasione dell’entrata in vigore dell’obbligo di Green pass per salire a bordo – come un banco di prova: “Il ministero assicura sempre la libertà di manifestare pacificamente nel rispetto delle regole”. Ma se davvero qualcuno volesse impedire la partenza dei convogli ferroviari, “non saranno ammessi atti di violenza e minacce“.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Giovani, precari e depressi: l’impatto delle disuguaglianze sulla salute mentale delle nuove generazioni
Cronaca / È uscito il nuovo numero di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Strage Suviana, trovati i corpi di due dispersi: salgono a cinque le vittime accertate
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Giovani, precari e depressi: l’impatto delle disuguaglianze sulla salute mentale delle nuove generazioni
Cronaca / È uscito il nuovo numero di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Strage Suviana, trovati i corpi di due dispersi: salgono a cinque le vittime accertate
Cronaca / Meteo, temporali e grandine al Nord, temperature giù al Centro-Sud
Cronaca / Epidemia di morbillo in Italia, Bassetti: "Il peggio arriverà in estate"
Cronaca / Vincenzo, Mario, Pavel: chi sono i tre lavoratori morti nell’esplosione della centrale di Suviana
Cronaca / Enrico Varriale al processo per stalking: "Le ho dato uno schiaffo"
Cronaca / Esplosione alla centrale idroelettrica della diga di Suviana: tre morti, tre feriti gravi e sei dispersi
Cronaca / Ancora un morto sul lavoro: operaio folgorato in un cantiere a Taranto
Cronaca / Maiorca, 4 turisti italiani arrestati per stupro di gruppo