A 7 anni attraversa il Mediterraneo da solo e ritrova la mamma a Crotone: il video dell’incontro

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 8 Lug. 2020 alle 16:39
23k

Un abbraccio commovente, una gioia indescrivibile e un finale che dovrebbe essere l’unico per tutte quelle famiglie costrette a separarsi in cerca di salvezza e di una nuova vita, questa è la storia di Juniò Diara, un bambino di sette anni imbarcato su un gommone insieme ad altri migranti e partito dalla Costa d’Avorio per raggiungere l’Italia dove era già arrivata la madre. Oggi, finalmente, si sono ritrovati.

Junìo ha ha attraversato da solo e senza genitori il mar Mediterraneo, il suo viaggio aveva un motivo più forte degli altri: voleva raggiungere la madre Aisha Binate, 22 anni, e la sorellina gemella Rama, che avevano fatto lo stesso percorsi cinque mesi fa, dopo la morte del padre. Nel barcone si è nascosto agli scafisti e si è mostrato solo quando l’equipaggio della Ocean Viking, nave di Sos Mediterranee, li ha intercettati.

È stato poi trasferito a bordo della nave Moby Zazà – dove ha fatto la quarantena – sbarcata due giorni fa a Porto Empedocle, in provincia di Agrigento. Dopo due settimane, i migranti a bordo dell’imbarcazione sono stati trasferiti nel centro di prima accoglienza di Isola Capo Rizzuto: la sorpresa ieri pomeriggio quando il bimbo ha riabbracciato la sua mamma già ospite del Cara di Sant’Anna. Il commovente video dell’incontro è stato pubblicato dalla Croce Rossa Italiana sulla pagina Facebook.

Leggi anche: Il governo tiene 180 migranti in mare da 10 giorni e dimostra di non essere diverso da Salvini; Avezzano, Matteo Salvini viola per l’ennesima volta le regole sul distanziamento sociale | VIDEO /2. Centri di espulsione migranti, il Garante dei detenuti a TPI: “Vanno ripensati, così non efficaci”

23k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.