Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:06
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Clan Senese, arrestato il fratello di Monica Cirinnà. La senatrice dem: “So poco della sua vita travagliata”

Immagine di copertina

È tra le 28 persone del clan Senese arrestate questa mattina Claudio Cirinnà, fratello di Monica Cirinnà, nota parlamentare del Partito Democratico: per l’uomo, un 54enne, sono scattate le manette al termine dell’inchiesta sulle attività del clan di Michele Senese, boss della camorra che a partire dagli anni ’80 ha costruito una rete di traffici nella Capitale, diventando uno dei signori della criminalità organizzata romana. Claudio Cirinnà è attualmente accusato di essere coinvolto in un affare per il riciclaggio di soldi sporchi, provenienti dalle attività illegali del clan. Sua sorella Monica, comunque, come hanno tenuto a precisare gli inquirenti, è totalmente estranea all’inchiesta.

“Apprendo con amarezza e dolore da notizie di agenzia che mio fratello sarebbe coinvolto in un’inchiesta giudiziaria”, ha commentato la senatrice dem. “So pochissimo della sua vita travagliata – ha proseguito la Cirinnà – benché abbia sempre cercato di aiutarlo a mettere sulla giusta via la propria esistenza. Il fatto che avesse accolto in casa nostro padre novantenne mi aveva fatto sperare in un ravvedimento”. “Se così non fosse ne sarei addolorata e profondamente delusa. Mi auguro che la sua posizione venga chiarita al più presto. Per quanto mi riguarda considero la responsabilità penale personale, così come personale è il dolore che provo in questo momento. Chiedo pertanto – ha concluso – che venga rispettato assieme all’intimità della mia famiglia”.

I membri del clan sono stati arrestati con vari accuse, che vanno dall’estorsione all’usura fino al trasferimento fraudolento di valori, riciclaggio, autoriciclaggio e reimpiego di proventi illeciti. Reati a cui al momento si aggiunge l’aggravante del metodo mafioso. L’operazione ha portato al sequestro di 15 milioni di euro tra le province di Roma, Napoli, Verona, Frosinone e L’Aquila.

Leggi anche:
Una hater augura un tumore a Monica Cirinnà. Lei risponde: “Conosco la paura di morire”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Prefetto di Roma: “Grandissima attenzione su eventi sportivi”
Cronaca / Napoli, sgominato nuovo clan: pizzo anche al Castello delle Cerimonie
Cronaca / Giubileo 2025, la sfida dell’accoglienza e il futuro globale di Roma
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Prefetto di Roma: “Grandissima attenzione su eventi sportivi”
Cronaca / Napoli, sgominato nuovo clan: pizzo anche al Castello delle Cerimonie
Cronaca / Giubileo 2025, la sfida dell’accoglienza e il futuro globale di Roma
Roma / Roma, autobus in fiamme a Tor Sapienza: tre intossicati
Cronaca / Fedez contro Gramellini: “Di essere l’idolo della sinistra non mi frega un ca…”
Cronaca / Giovani, precari e depressi: l’impatto delle disuguaglianze sulla salute mentale delle nuove generazioni
Cronaca / È uscito il nuovo numero di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Strage Suviana, trovati i corpi di due dispersi: salgono a cinque le vittime accertate
Cronaca / Meteo, temporali e grandine al Nord, temperature giù al Centro-Sud
Cronaca / Epidemia di morbillo in Italia, Bassetti: "Il peggio arriverà in estate"