Me
HomeCronaca

Arno in piena: allarme a Firenze a Pisa. Tromba d’aria e allagamenti in provincia di Grosseto. Scuole chiuse

Di Enrico Mingori
Pubblicato il 17 Nov. 2019 alle 11:36 Aggiornato il 17 Nov. 2019 alle 19:51
Immagine di copertina
Credit: Wiki Commons

Arno in piena: le ultime notizie di oggi sul maltempo in Toscana

Allarme maltempo in Toscana: oggi, domenica 17 novembre, la piena del fiume Arno ha raggiunto i livelli di guardia, creando preoccupazione in particolare nelle province di Firenze e Pisa. Allagamenti anche in provincia di Grosseto, dove diversi corsi d’acqua hanno rotto gli argini o tracimato e dove questa mattina c’è stata anche una tromba d’aria.

La piena dell’Arno: allarme a Firenze e Pisa

La piena dell’Arno sfiora in questo momento i 5,5 metri nella stazione di rilevamento di Firenze Uffizi: si tratta del livello massimo degli ultimi vent’anni. Tra sabato 16 e domenica 17 novembre sul capoluogo toscano sono caduti oltre 62,6 millimetri di pioggia e le raffiche di vento hanno toccato i 76 chilometri orari. Una situazione che ha portato alla chiusura del Giardino di Boboli anche per verifica di stabilità delle piante.

A Pontassieve, visto l’innalzamento dell’Arno in coincidenza dell’abitato di Sieci di sotto, nei presi della confluenza tra il fiume e il torrente Sieci, si è resa necessaria la chiusura della strada statale e in conseguenza, a scopo preventivo, anche gli abitanti della abitazioni al piano terra sono stati fatti evacuare dal personale della Protezione civile.

Sempre a Pontassieve è esondato il fiume Sieve all’altezza di Ponte a Vico, con conseguente chiusura di un tratto della via Colognolese. Chiuso anche il sottopasso carrabile di viale Diaz a causa del livello dell’Arno, che risulta superiore alla quota delle caditoie che pertanto non ricevono più.

Nel Fiorentino preoccupa anche il rischio alluvione del torrente Elsa: in via preventiva 23 famiglie evacuate nella notte a Zambra. Sotto controllo anche la Pesa.

A Pisa, dalle ore 7,30 di questa mattina, sono chiusi al traffico i lungarni del centro della città per permettere le operazioni di montaggio delle paratie sulle spallette e la distribuzione dei sacchi di sabbia in tutte le strade dell’anello dei lungarni compreso fra il ponte Solferino e il ponte della Cittadella.

La situazione del fiume Arno, fa sapere una nota del Comune, “è costantemente monitorata dalle autorità competenti e non è esclusa l’attivazione dello scolmatore”.

Ondata di piena in serata

Il sindaco di Pisa, Michele Conti, dopo un briefing tenuto nel pomeriggio con la Protezione Civile e i vertici della prefettura pisana ha dichiarato: “L’ondata di piena è prevista a partire dalle 22 e dalle 18.30 sono stati chiusi al traffico veicolare e pedonale tutti i ponti cittadini, fatta eccezione per i tre che si trovano sull’anello più esterno”.

“Il livello dell’Arno – ha spiegato Conti nel pomeriggio – ha raggiunto ora il secondo livello di guardia (4,50 metri). Rinnovo l’invito ai cittadini a non recarsi in strada vicino al fiume e rimanere a casa per la serata”.

Tromba d’aria e allagamenti in provincia di Grosseto

Allarme maltempo anche in provincia di Grosseto, dove sono caduti 100 millimetri di pioggia in sei ore. In mattinata nella zona della Polverosa, Comune di Orbetello, si è registrata una tromba d’aria che fortunatamente non ha provocato gravi danni, mentre si segnalano diversi allagamenti in tutto il territorio.

L’amministrazione comunale di Manciano scrive su Facebook che “il torrente Sgrilla è in piena ed è già fuori dagli argini” e le strade provinciali “sono veri e propri fiumi d’acqua”. Sempre nel territorio di Manciano alcune famiglie residenti nei poderi del Quarto Albegna sono state confinate ai piani alti delle proprie abitazioni.

Chiuso il ponte sull’Albegna tra Marsiliana e S.Andrea e diverse strade, tra cui la Sr74, la Sp 101 Sgrillozzo-Vallerana la provinciale 159 direzione Pomonte.

Il fiume Albegna in piena ha superato il secondo livello di guardia e in alcuni punti della campagna ha tracimato, senza però raggiungere alcuna abitazione.

Due persone bloccate con l’auto a causa della strada invasa dall’acqua, sono state soccorse ieri sera dai vigili del fuoco in località Ghiacciobosco a Capalbio. Le altre zone dove sono state registrate le precipitazioni più forti sono l’Aretino e la Val di Chiana, nel Senese. Segnalata una frana a Loro Ciuffenna.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Scuole chiuse

Brenda Barnini, sindaca di Empoli (Firenze) tramite Facebook ha fatto sapere che le scuole della città domani rimarranno chiuse a causa del maltempo e, soprattutto, dell’innalzamento dei livelli dei fiumi. La prima cittadina ha fatto appello alle persone affinché non si pongano in situazioni di pericolo: “Non andate a fare turismo sugli argini – ha scritto – non è possibile vedere la gente fare le foto al fiume”.

Maltempo: scuole chiuse domani 18 novembre a Livorno, Pisa ed Empoli

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Alcune strade intanto sono state chiuse nella frazione di Avane. Si segnalano allagamenti anche nei territori comunali di Fucecchio (Firenze) e Cerreto Guidi (Firenze) dove il sindaco, Simona Rossetti, ha lanciato un appello ai residenti lungo l’Arno: “Chi non può spostarsi nei piani superiori è invitato ad abbandonare la propria abitazione”. Intanto il sindaco di Montelupo Fiorentino (Firenze), Paolo Masetti, ha disposto un’ordinanza per interdire oggi l’utilizzo degli impianti sportivi: lo stadio, in particolare, si trova vicino al fiume Pesa, che ha raggiunto importanti livelli di altezza. Anche a Manciano, in provincia di Grosseto, scuole chiuse domani a seguito, spiega il Comune, “dei recenti eventi alluvionali e del diffuso stato emergenziale del territorio”.

TUTTE LE NOTIZIE SULL’ALLERTA METEO IN ITALIA