Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 10:32
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

L’amministratore delegato della Voss Fluid investe il sindacalista davanti alla fabbrica

Immagine di copertina
Il sindacalista Donegà investito dall'ad dell'azienda Credits: fermo immagine video sorveglianza

Tragedia sfiorata al presidio organizzato davanti ai cancelli di Voss Fluid di Osnago, in provincia di Lecco. Oggi, mercoledì 23 dicembre, il segretario generale della Fim Cisl Lombardia Andrea Donegà è stato investito dall’auto dell’amministratore delegato dell’azienda. Un comportamento assurdo, condannato da tutti i sindacati.

Da dieci giorni 75 lavoratori manifestano giorno e notte i cancelli dell’azienda per evitare che la società porti via le attrezzature necessarie a lavorare e metta a rischio il loro futuro. Il decimo giorno ha però rischiato di essere fatale.

L’ad è arrivato alle 8 di mattina, sfrecciando con il Suv davanti al presidio dei lavoratori e nella furia ha colpito Donegà procurandogli una contusione e una prognosi di tre giorni. La Cisl lo definisce un “gravissimo attacco ai lavoratori della Voss Fluid e ai sindacalisti che ogni giorno cercano di difenderli”.

Dello stesso avviso il Partito Democratico lombardo che, in una nota stampa, esprime la sua solidarietà: “L’atto di aggressione dell’amministratore delegato della Voss Fluid di Osnago – affermano il capogruppo in consiglio regionale Fabio Pizzul e  il consigliere Raffaele Straniero – è gravissimo e intollerabile. Va condannato senza alcuna attenuante”.

Anche dalla Uil Milano Lombardia e da UIlm Lombardia arriva la solidarietà al collega Donegà: “Condanniamo l’atteggiamento irresponsabile e provocatorio dell’amministratore delegato che dovrebbe salvaguardare diritti di civiltà e posti di lavoro e che con il suo gesto ha messo a repentaglio i diritti e la democrazia nel Paese”.

Leggi anche: “Se qualcuno morirà, pazienza”: la frase shock del presidente di Confindustria Macerata

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Giovani, precari e depressi: l’impatto delle disuguaglianze sulla salute mentale delle nuove generazioni
Cronaca / È uscito il nuovo numero di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Strage Suviana, trovati i corpi di due dispersi: salgono a cinque le vittime accertate
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Giovani, precari e depressi: l’impatto delle disuguaglianze sulla salute mentale delle nuove generazioni
Cronaca / È uscito il nuovo numero di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Strage Suviana, trovati i corpi di due dispersi: salgono a cinque le vittime accertate
Cronaca / Meteo, temporali e grandine al Nord, temperature giù al Centro-Sud
Cronaca / Epidemia di morbillo in Italia, Bassetti: "Il peggio arriverà in estate"
Cronaca / Vincenzo, Mario, Pavel: chi sono i tre lavoratori morti nell’esplosione della centrale di Suviana
Cronaca / Enrico Varriale al processo per stalking: "Le ho dato uno schiaffo"
Cronaca / Esplosione alla centrale idroelettrica della diga di Suviana: tre morti, tre feriti gravi e sei dispersi
Cronaca / Ancora un morto sul lavoro: operaio folgorato in un cantiere a Taranto
Cronaca / Maiorca, 4 turisti italiani arrestati per stupro di gruppo