Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:21
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Molestie al raduno degli Alpini, il presidente Favero: “Chiedo scusa alle ragazze. I casi sono una minoranza”

Immagine di copertina

“Faremo di tutto, insieme alle forze dell’ordine, per individuare i responsabili. E se sono appartenenti alla nostra associazione, prenderemo provvedimenti molto forti”, queste le parole di Sebastiano Favero, presidente nazionale dell’Associazione alpini, in un’intervista al Corriere della Sera, rilasciata dopo le denunce di molestie da parte di oltre 150 donne nei confronti degli alpini, che avrebbero assunto comportamenti inopportuni e molestato ragazze in occasione dell’annuale adunata a Rimini, anche mentre stavano lavorando. Ora Favero chiede scusa. “Adesso ci sono fatti concreti”, dichiara in riferimento alle prime denunce presentate dalle vittime, supportate dall’Associazione Non Una di Meno. “E mi consenta innanzitutto di chiedere scusa a chi ha subito le molestie”.

Secondo il Presidente gli atti commessi dai membri del corpo militare non hanno solo creato malessere in chi li ha subiti, ma anche “provocato un danno d’immagine all’organizzazione“. “Stiamo valutando con i nostri legali come tutelarci qualora vengano trovati gli autori. Quello che mi dispiace è che, per colpa di quelli che definirei degli imbecilli, è stata coinvolta un’associazione che nella sua lunga storia si è guadagnata rispetto per la serietà e l’impegno mostrati. Si è generalizzato, facendo passare tutta la realtà alpina, anche quella degli alpini in armi, per qualcosa di diverso da ciò che è”, afferma Favero, ricordando che dopo le denunce di molestie arrivate in seguito alle adunate a Trento e Milano l’associazione aveva già fatto “azioni di sensibilizzazione”. “Evidentemente non sono bastate e faremo di più – osserva – anche con maggiori controlli durante le manifestazioni”.

Favero ci tiene però a sottolineare che “tutti gli episodi non sono avvenuti negli appuntamenti ufficiali ma nei momenti di intervallo, dove “per noi è difficile monitorare cosa accade in quei contesti”. “Spetta più che altro alle forze dell’ordine”. sottolinea. “Io conosco i miei alpini, e so l’impegno che mettono senza mai chiedere niente in cambio. Per esempio, solo nel 2021, 5,4 milioni di ore di lavoro volontario per l’emergenza Covid”, aggiunge, ribadendo che quello che è successo “è opera di un piccolo numero”. “Fermare le adunate sarebbe un torto gravissimo alla maggioranza. Il nostro impegno è far sì che non avvenga più in futuro, dobbiamo avere maggiore sensibilizzazione, di fronte a casi del genere non bisogna girarsi dall’altra parte”. Se si trovasse di fronte a una delle ragazze molestate, conclude, chiederebbe scusa. “E le direi che chi si è comportato in quel modo non è un vero alpino”.

 

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid: rimane l’obbligo di mascherina Ffp2 su tutti voli in Italia
Cronaca / Incinta del suo studente 13enne, prof condannata per violenza sessuale
Cronaca / Fermato dai carabinieri, scopre di essere scomparso da 5 anni: tenta di contattare il padre ma è morto
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid: rimane l’obbligo di mascherina Ffp2 su tutti voli in Italia
Cronaca / Incinta del suo studente 13enne, prof condannata per violenza sessuale
Cronaca / Fermato dai carabinieri, scopre di essere scomparso da 5 anni: tenta di contattare il padre ma è morto
Cronaca / Firenze, disoccupato trova per terra 1000 euro e li restituisce alla polizia
Cronaca / Scopre che lo stage non è retribuito, ragazza lancia i posacenere e scappa
Cronaca / Covid, 44.489 casi e 148 morti: il bollettino di oggi
Cronaca / “Una notte di sesso in cambio della pace”: il messaggio di Cicciolina a Putin per fermare la guerra in Ucraina
Cronaca / “In Italia in molti ospedali il 100% dei ginecologi non pratica l’aborto”: la denuncia dell’Associazione Coscioni
Cronaca / Due euro per un decaffeinato: titolare del bar riceve una multa di mille euro
Cronaca / Papa Francesco scherza sulle sue condizioni fisiche: “Sai cosa mi serve per la mia gamba? Un po’ di tequila” | VIDEO