Covid ultime 24h
casi +31.758
deceduti +297
tamponi +215.886
terapie intensive +97

Alessio, 30 anni, muore in un incidente stradale: a scoprire il corpo suo padre della polizia stradale

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 10 Gen. 2020 alle 20:23 Aggiornato il 10 Gen. 2020 alle 20:23
245
Immagine di copertina

Alessio, 30 anni, muore in un incidente stradale: a scoprire il corpo suo padre della polizia stradale

Si chiamava Alessio Ronconi il ragazzo di soli 30 anni rimasto vittima di un incidente lungo la statale 745 Metaurense tra Fermignano e Urbania, in provincia di Pesaro e Urbino nelle Marche. Il giovane, un dipendente della Imab mobili di Fermignano, stava rientrando a casa dal lavoro e, imboccata una semicurva, si è andato a schiantare contro un furgone morendo sul colpo. Sul posto si è subito recata la polizia stradale di Urbino e, tra gli agenti chiamati a prestare soccorso, c’era proprio il padre di Alessio, che si è dunque ritrovato davanti al corpo senza vita di suo figlio.

Una vera e propria tragedia che ha lasciato sconvolta la comunità di Urbania, il comune marchigiano di dove era appunto originario il ragazzo. Era dunque alla guida della sua Mercedes classe A quando, intorno alle 18, si è scontrato con una Fiat Ducato che veniva dal senso opposto della strada. Alessio, a seguito dello schianto, è rimasto incastrato nella vettura ed è morto, mentre il conducente del Ducato è ferito ma non si trova in condizioni gravi. Anche un terzo veicolo è stato coinvolto nell’incidente, seppur marginalmente, ma anche in questo caso il guidatore non ha riportato particolari lesioni.

Quando sono sopraggiunti sul posto i carabinieri di Fermignano e Urbania hanno trovato la Mercedes con il muso completamente distrutto. Con loro anche gli uomini del nucleo operativo e radiomobile di Urbino, i quali sono intervenuti per eseguire i rilievi insieme alla polizia stradale, tra i cui agenti c’era appunto anche il papà di Alessio, Gabriele, il quale proprio nel pomeriggio di ieri, 9 gennaio, si trovava di servizio. A stringersi al suo dolore tutto il comando della polstrada di Pesaro.

Ancora non completamente chiara è la dinamica dell’incidente, perché al momento dello schianto era buio e le due auto, scontratasi a forte velocità, sono arretrate di più di 10 metri rispetto al punto dell’impatto, il quale si è verificato in un incrocio. Alessio, 30 anni, lascia suo padre Gabriele, il fratello Alessandro, la madre Luigina e la fidanzata Tania.

“Il dramma diventa immane quando un giovane muore in circostanze drammatiche come questa. Alessio non lo conoscevo di persona ma i genitori sì. Non ho parole. Sto rientrando da Roma e ho appreso dell’ennesima disgrazia che ha colpito la mia gente. Ho la sconforto addosso e mi sento di fare un abbraccio sentito e di cuore a quanti gli volevano bene”, sono state le parole del sindaco di Urbania Marco Ciccolini.

245
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.