Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Chi è Alberto Genovese: biografia, carriera e vita privata dell’ex AD di Facile.it

Immagine di copertina

Chi è Alberto Genovese: biografia, carriera e vita privata dell’ex AD di Facile.it

Chi è Alberto Genovese, l’imprenditore di successo operante nel settore fintech e co-fondatore di Facile.it (da cui ha ottenuto un exit da 100 milioni di euro) e Prima Assicurazioni, accusato di sequestro e violenza ai danni di una giovane ragazza appena diciottenne, oltre che di spaccio e lesioni? Fino ad oggi l’uomo (43 anni), napoletano ma milanese di adozione, era un punto di riferimento ed un modello per i giovani del mondo delle start up. Ma qual è stata la carriera di Genovese? Come ha avuto successo? Di seguito tutte le informazioni.

Chi è Alberto Genovese: la biografia

Alberto Genovese nasce nel napoletano 43 anni fa, ma completa la sua istruzioni a Milano laureandosi in Economia e commercio presso l’Università Bocconi. Dopo la laurea inizia a lavorare nella società di consulenza McKinsey, per poi passare a Bain e nel 2015 in eBay. Il suo curriculum è ricco di esperienze lavorative e ruoli in varie società, ma il successo vero e proprio è arrivato con la fondazione di Facile.it, il principale portale italiano che permette di comparare i prezzi di diverse compagnie assicurative. Dopo averla portata al successo, nel 2014, Alberto Genovese vende Facile.it per il valore di 100 milioni di euro al fondo di private equity Oakley Capital e nello stesso anno fonda insieme ad un suo socio Prima Assicurazioni, un’agenzia digitale specializzata polizze Rc auto, moto e furgoni, che solamente nel 2019 è riuscita a raccogliere oltre 130 milioni di premi e nel 2018 ha ricevuto un investimento di 100 milioni di euro da Goldman Sachs e Blackstone. La carriera di Genovese prosegue con altri successi: nel 2019 fonda brumbrum.it, una piattaforma specializzata in compravendita di auto e moto. Attualmente Genovese non ha “alcun ruolo operativo” in Facile.it “avendola lasciata nel 2014”, come ha precisato la società dopo lo scandalo degli ultimi giorni, è chairman di Prima Assicurazione, di Abiby, Mirta e Zappyrent.

Lo scandalo: l’accusa di sequestro e violenza sessuale

Il 13 ottobre 2020 una ragazza appena maggiorenne denuncia di essere stata drogata e violentata a casa di Alberto Genovese. La ragazza ha spiegato agli investigatori di essere stata invitata ad una festa, alla quale stavano partecipando altre persone. Durante il party la giovane sarebbe stata drogata e costretta a subire le violenze in una stanza al cui esterno era presieduta da una guardia del corpo che impediva a chiunque di entrare. Le affermazioni della giovane ragazza trovano riscontro anche da referto medico secondo il quale vi sarebbe stata una violenza “cruenta e ripetuta”. Nel sangue della diciottenne inoltre sono state trovate anche tracce di droga (cocaina e ketamina). La vittima, ha inoltre dichiarato di essere stata legata e di aver dovuto subire per diverse ore delle sevizie da parte dell’imprenditore, senza la possibilità di chiedere aiuto, anche perché durante la festa erano stati vietati gli smartphone.

L’arresto

Durante le indagini (sarebbero state trovate prove che darebbero credito alla vittima), la Polizia – tramite un’intercettazione – scopre che Alberto Genovese sarebbe pronto a partire per Amsterdam, per poi recarsi in Sudamerica, con un jet privato. Lo scorso 6 novembre gli inquirenti hanno quindi disposto il fermo con l’accusa di violenza sessuale, spaccio, lesioni e sequestro di persona nei confronti dell’imprenditore che ora si trova nel carcere di San Vittore. Nelle dichiarazioni spontanee davanti al gip Tommaso Perna, Alberto Genovese (ex fondatore di Facile.it) ha ammesso: “Voglio disintossicarmi, perché da 4 anni sono tossicodipendente. Quando mi drogo perdo il controllo e non riconosco il confine tra legale e illegale. Curatemi”. Genovese ha chiesto i domiciliari a casa della madre o della compagna.

La nota di Facile.it

Di seguito la nota di Facile.it in merito ai vari articoli sull’ex Ad dell’azienda: “In riferimento alle notizie apparse su alcuni media riteniamo corretto precisare che Alberto Genovese, ex amministratore delegato ha lasciato Facile.it nel 2014 e non ha oggi alcun ruolo operativo nella nostra azienda. Dal gennaio 2014 è amministratore delegato della società Mauro Giacobbe e, fra dipendenti e collaboratori, oggi fanno parte dell’ azienda oltre tremila persone che lavorano ogni giorno in maniera molto seria per offrire ai consumatori italiani il più efficace strumento di comparazione delle tariffe legate alle spese familiari. Grazie a loro, Facile.it ha dal 2014 più che triplicato le proprie dimensioni, raggiungendo nel 2019 ricavi pari a 106 milioni di euro. Ancora una volta in merito a informazioni imprecise pubblicate da alcune testate ricordiamo che la proprietà di Facile.it è detenuta oggi dal fondo di investimento EQT e dal fondo Oakley Capital. A questo link, per maggiore chiarezza, è possibile anche consultare il management team di Facile.it: https://jobs.facile.it/chi-siamo/management-team.html

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Cagliari, si dà fuoco per protesta davanti a un bar per lavoro non pagato: muore operaio 51enne
Cronaca / Covid, oggi 2.985 casi e 65 morti: tasso di positività allo 0,9%
Cronaca / Test medicina 2021, la graduatoria: come leggere i risultati e immatricolarsi
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Cagliari, si dà fuoco per protesta davanti a un bar per lavoro non pagato: muore operaio 51enne
Cronaca / Covid, oggi 2.985 casi e 65 morti: tasso di positività allo 0,9%
Cronaca / Test medicina 2021, la graduatoria: come leggere i risultati e immatricolarsi
Cronaca / Milano, due operai trovati morti congelati nel deposito di azoto di un ospedale
Cronaca / Lega, Pillon contro Morisi: “Non mi è mai piaciuto, certe cose le sapevano tutti”
Cronaca / Il festino, la perquisizione, la droga: così è nata l’inchiesta su Luca Morisi
Cronaca / Covid, via libera del Cts all’aumento della capienza massima di stadi, teatri e cinema
Cronaca / Caso Consip: Tiziano Renzi rinviato a giudizio per traffico d’influenze. Un anno a Verdini per turbativa d’asta
Cronaca / Covid, oggi 1.772 casi e 45 morti: tasso di positività all'1,4%
Cronaca / Roma, protesta davanti al dipartimento urbanistica. Patrizia Prestipino: “Solidarietà ai cittadini”