Me

Migranti, nave Alan Kurdi della Ong Sea Eye salva 65 persone al largo della Libia

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 5 Lug. 2019 alle 12:29 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 02:27
Immagine di copertina

Alan Kurdi migranti Libia | Nelle prime ore di venerdì 5 luglio, la nave della Ong tedesca Sea Eye, la”Alan Kurdi”, ha salvato 65 persone in zona Sar libica nel mar Mediterraneo e adesso attende una risposta dalle autorità marittime di Malta, Roma e Tripoli, a cui ha lanciato un appello per la presa in carico dei migranti.

Il gommone con a bordo i migranti, ha spiegato la ong, aveva un motore funzionante e sufficiente carburante, ma gli occupanti non avevano a disposizione telefoni satellitari o GPS. “Senza alcuna conoscenza nautica e senza telefoni, il loro destino era segnato”, ha detto Gorden Isler, della ‘Alan Kurdi’, battezzata in ricordo del bambino siriano trovato morto nel 2015 su una spiaggia turca e la cui foto fece il giro del mondo.

Il salvataggio segue quello effettuato dalla nave Alex della Ong Mediterranea, con a bordo 54 migranti salvati ieri in acque Sar libiche, la nave è arrivata alle 4 di questa mattina a 12 miglia da Lampedusa.

Tra le 54 persone ci sono 11 donne, di cui 3 incinte e una in gravi condizioni, e 4 bambini.

Malta ha intanto offerto il porto per lo sbarco. A seguito di contatti tra i governi maltese e italiano è stato deciso che Malta trasferirà i migranti a bordo di una nave delle forze armate di Malta e saranno accolti a Malta.

Da bordo della Alex, Alessandra Sciurba – portavoce della piattaforma umanitaria italiana Mediterranea – smentisce con decisione, “e amarezza” aggiunge, le notizie di stampa circolate negli ultimi minuti.

“Purtroppo – afferma Sciurba – non c’è nessuna nave delle Forze Armate in arrivo da Malta per trasbordare e prendersi in carico le 54 persone che sono a bordo del nostro veliero.”

“Il nostro capo missione – prosegue la portavoce di Mediterranea – ha appena parlato con il Centro di coordinamento dei soccorsi di Roma il cui responsabile ha affermato che non c’è alcuna intenzione di organizzare il trasferimento con mezzi militari maltesi o italiani.”

“Intanto – conclude Sciurba – la condizione di donne, bambini e uomini a bordo della Alex, ancora bloccata al largo di Lampedusa, si sta rapidamente deteriorando. La concessione di un porto sicuro di sbarco è urgente.”

Alan Kurdi migranti Libia | > Migranti, Salvini alla Ong Mediterranea: “Vada a Malta o sarà atto di disobbedienza, violenza e pirateria”