Coronavirus:
positivi 50.966
deceduti 33.072
guariti 147.101

Valentina Nappi: “Meglio essere stuprata che vivere senza libertà sessuale”

Di Redazione TPI
Pubblicato il 9 Apr. 2020 alle 08:28 Aggiornato il 9 Apr. 2020 alle 08:29
69
Immagine di copertina

Valentina Nappi: “Meglio essere stuprata che vivere senza libertà sessuale”

Valentina Nappi non è certo una che le manda a dire. La sua ultima provocazione è arrivata via Twitter e ha scatenato un mare di polemiche, soprattutto da parte delle femministe. “Preferirei essere stuprata che vivere una quotidianità dove la gente non è libera di vivere la sua sessualità come ca**o vuole. Basta con questa ipocrisia sulle donne”.

valentina nappi

Dichiarazioni evidentemente molto forti che hanno fatto infuriare non solo le donne, ma in generale molti utenti sui social, secondo cui la Nappi sarebbe in qualche modo pro stupro. Se qualcuno sembra condividere il ragionamento della pornostar, la maggior parte dei commenti sono negativi e la invitano a vergognarsi.

Tutta la polemica è partita da una discussione sul tema dei video porno illegali, ovvero quelli caricati senza consenso, che vedono coinvolti persone minorenni o che documentano un vero e proprio stupro. La Nappi si è quindi poi scaldata come se fosse stato affermato che tutte le pornostar vengono stuprate.

“Le femministe sono quelle ti hanno permesso di poter votare e di scegliere il lavoro che fai. Se preferisci essere stuprata trasferisciti in un paese in cui le bambine vengono allevate solo per essere un buco per gli uomini e poi ne riparliamo”, scrive un utente su Twitter.

Leggi anche: Valentina Nappi: “Non mi piacciono i potenti, voglio fare sesso con i muratori”

69
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.