Covid ultime 24h
casi +16.377
deceduti +672
tamponi +130.524
terapie intensive -9

Ramadan: cos’è, digiuno, preghiera e date inizio e fine

Di Redazione TPI
Pubblicato il 22 Mag. 2020 alle 17:01 Aggiornato il 22 Mag. 2020 alle 17:01
0
Immagine di copertina

Ramadan: cos’è, digiuno, preghiera e date inizio e fine

Nel calendario islamico, il Ramadan è il nono mese dell’anno, di 29 o 30 giorni (in base all’osservazione della luna crescente). Secondo la pratica islamica, si tratta del mese in cui si pratica il digiuno (Sawm), in commemorazione della prima rivelazione del Corano a Maometto (“Il mese in cui fu rivelato il Corano come guida per gli uomini e prova chiara di retta direzione e salvezza”: II.185). Ma vediamo insieme alcune caratteristiche del Ramadan, le date di inizio e fine e tante altre informazioni.

Il digiuno

Il Ramadan è considerato uno dei Cinque Pilastri dell’Islam e il digiuno è un precetto religioso (Farḍ) per i musulmani adulti, ad eccezione di quanti sono in età avanzata, in gravidanza, in allattamento, diabetici o malati terminali oppure durante le mestruazioni. Il digiuno fu reso obbligatorio (wājib) durante il mese di Sha’ban nel secondo anno dopo la migrazione dei musulmani da La Mecca a Medina. Al termine del ramadan, viene celebrato lo Id al-fitr che significa “festa dell’interruzione (del digiuno)” ed è detta anche la “festa piccola” (id al-saghir).

Date: quando inizia e quando finisce il Ramadan

Il calendario islamico è composto da 354 o 355 giorni (10 o 11 giorni in meno dell’anno solare), per questo motivo il mese di Ramadan ogni anno cade in un momento differente dell’anno solare e quindi man mano retrocede, fino a cadere in una stagione diversa.

Un’interpretazione coranica invita i musulmani che vivono in regioni in cui si verifica il cosiddetto sole di mezzanotte ad adottare le ore di levata e tramonto della Mecca come indicazione per l’inizio e la fine del digiuno giornaliero. Comunque l’opinione più comune è che i musulmani in quelle aree adottino gli orari del Paese più vicino a loro in cui il giorno si può distinguere dalla notte.

Inizio

Hilāl (la luna crescente) è tipicamente un giorno o più giorni dopo la luna nuova. Il novilunio rappresenta l’inizio del nuovo mese secondo il calendario islamico, rendendo abbastanza semplice ai fedeli stimare l’inizio del Ramadan.

La Notte del Destino

Laylat al-Qadr, resa in italiano come Notte del Destino, è considerata la notte più sacra dell’anno, tanto da essere definita dal Corano stesso “migliore di mille mesi”. Questa è la notte in cui, secondo i musulmani, Maometto ha ricevuto la prima rivelazione del Corano. La data esatta del Laylat al-Qadr è sconosciuta, quindi per convenzione la si fa cadere nella notte di un giorno dispari dell’ultima decade di Ramadan.

Fine

La Festa della Rottura segna la fine del Ramadan e l’inizio del nuovo mese lunare, Shawwal. Ciò viene decretato con l’avvistamento di una nuova falce di luna o il completamento dei 30 giorni di digiuno se l’avvistamento a occhio nudo non è possibile per cattive condizioni meteorologiche. ʿĪd al-Fitr potrebbe fare riferimento alla festosità per il successo nel completare il mese di digiuno e il conseguente ritorno alla normalità.

Ma quando c’è il Ramadan anno per anno? Di seguito le date dal 2020 al 2029:

2020: 24 aprile – 23 maggio
2021: 13 aprile – 12 maggio
2022: 2 aprile – 1 maggio
2023: 23 marzo – 20 aprile
2024: 11 marzo – 9 aprile
2025: 1 marzo – 29 marzo
2026: 18 febbraio – 19 marzo
2027: 8 febbraio – 8 marzo
2028: 28 gennaio – 25 febbraio
2029: 16 gennaio – 13 febbraio

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.