Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:36
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Costume

Pornografia online: come parlarne ai figli? Lo spot del governo neozelandese è geniale

Il governo neozelandese ha lanciato una campagna per proteggere i bambini dai contenuti dannosi su Internet. Il progetto si chiama “Keep It Real” e affronta temi come il bullismo online e la pornografia. Grazie a un sito internet dedicato, i genitori possono avere supporto e consigli su come affrontare queste problematiche con i ragazzi. Nella serie di spot lanciati ce n’è uno dedicato ai contenuti pornografici fruiti dagli adolescenti: due attori porno si presentano a casa di un ragazzino svelando alla madre che il figlio guarda i loro video vietati a minori. E il risultato è esilarante.

Ti potrebbe interessare
Costume / Chiara Ferragni e Fedez comprano la prima casa insieme: “È ancora in costruzione”
Costume / Perchè scegliere il noleggio auto a lungo termine
Costume / Chi è Giorgia Soleri, la fidanzata di Damiano dei Maneskin
Ti potrebbe interessare
Costume / Chiara Ferragni e Fedez comprano la prima casa insieme: “È ancora in costruzione”
Costume / Perchè scegliere il noleggio auto a lungo termine
Costume / Chi è Giorgia Soleri, la fidanzata di Damiano dei Maneskin
Costume / Damiano dei Maneskin pubblica una foto con la fidanzata Giorgia Soleri: “Dopo 4 anni si può dire?”
Costume / Festa della mamma 2021: le frasi per i vostri auguri su WhatsApp
Costume / Gonne e tacchi non sono solo per donne: l’eterosessuale Mark Bryan ne è la prova
Costume / Festa della mamma 2021: le immagini da inviare per i vostri auguri
Costume / Festa della Mamma 2021: frasi e immagini per i vostri auguri
Costume / Festa della mamma 2021: le frasi per i vostri auguri
Costume / Cannabis gratis a domicilio: il rider che la distribuisce a chi ha un reddito basso