Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 20:12
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Costume

Il pianto dei neonati è una lingua: lo studio dell’università tedesca

Immagine di copertina

Lo studio sul pianto dei neonati: è una lingua

Secondo uno studio condotto dall’università tedesca di Würzburg ogni neonato piange nella propria lingua. Il pianto dei bambini sarebbe quindi influenzato dalla lingua che sentono parlare dalle persone che li circondano quando si trovano nell’utero materno.

La ricerca aveva già stabilito nel 2009 che il pianto dei neonati tedeschi e quello dei neonati francesi fossero diversi. Dieci anni dopo lo stesso gruppo di ricercatori ha portato avanti lo studio prendendo in esame un archivio sonoro di 500mila pianti e suoni emessi dai bambini arrivando alla conclusione che ogni bebè piange nella propria lingua.

La biologa e antropologa medica Kathleen Wermke, capo team dello studio, ha spiegato in un’intervista al New York Times che un neonato tedesco piange “a intonazione cadente, proprio come le frasi del tedesco”, mentre quello francese “con un’intonazione verso l’alto”.

La dott.ssa Wermke spiega che i bambini imitano il suono o, utilizzando il termine tecnico, la “prosodia” della mamma già dal terzo mese di gravidanza.

Un’altra scoperta della ricercatrice che potrebbe interessare i genitori di tutto il mondo è il metodo “infallibile” per fare smettere di piangere i propri figli piccoli: ululare, in ogni lingua.

Neonati in crisi d’astinenza da cocaina: decine di casi in Italia nel giro di poche settimane

Ti potrebbe interessare
Costume / Com’è nata la Nintendo Switch OLED?
Costume / Antonio Ricci a TPI: “Io sono una bestia ma voi siete ipocriti”
Costume / Svolta arcobaleno nei fumetti: il nuovo Superman è bisessuale
Ti potrebbe interessare
Costume / Com’è nata la Nintendo Switch OLED?
Costume / Antonio Ricci a TPI: “Io sono una bestia ma voi siete ipocriti”
Costume / Svolta arcobaleno nei fumetti: il nuovo Superman è bisessuale
Costume / Pensare troppo causa infelicità: e se ti dicessimo che stai sprecando il 66% della tua vita?
Costume / Come fare una fattura elettronica: guida alla compilazione
Costume / L’ultimo allievo di De Chirico
Costume / Orietta Berti a TPI: “Mi vogliono tutti perché faccio audience”
Costume / A cos* serv* l* schwa: è davvero necessario un nuovo segno scritto per includere tutti?
Costume / Casinò online: le differenze normative negli Stati Europei
Costume / Wally Funk nello spazio a 82 anni