Netflix testa la nuova funzione per accelerare o rallentare i film: proteste dal mondo del cinema

Avanti veloce o visione rallentata, la piattaforma americana studia modalità diverse per la riproduzione dei propri contenuti. Ma la proposta non piace ai cinefili

Di Valeria Sforzini
Pubblicato il 30 Ott. 2019 alle 12:00
14
Immagine di copertina

Netflix testa la nuova funzione per accelerare o rallentare i film

La pausa pranzo è di 30 minuti, ma la puntata della tua serie preferita ne dura 40: un dramma quotidiano per tanti cinefili e serie tv-addicted, ma Netflix cerca il compromesso e propone la funzione per accelerare e per rallentare la riproduzione dei film e dei suoi contenuti.

Il colosso dell’online Netflix sta testando la nuova funzione che permetterebbe agli spettatori di vedere, ad esempio, Via Col Vento in un’ora e mezza invece che in tre ore, o una puntata di Friends in quaranta minuti rispetto ai canonici 20.

Proteste

Al mondo del cinema, però, questa funzione proprio non va giù, e registi e attori puntano il dito contro la piattaforma per la distribuzione di contenuti multimediali. Uno dei più accaniti critici dell’opzione di Netflix, ad esempio, è il regista del cartone animato “Gli incredibili” Brad Bird che si è scagliato contro questa nuova modalità di riproduzione di film e serie tv: “Un’altra idea incredibilmente brutta”, scrive sul suo account Twitter, “e un altro taglio alla già dissanguata esperienza cinematografica. Perchè supportare e finanziare i film makers da una parte e poi distruggere la presentazione di quegli stessi film?”.

Anche il co-regista di Spiderman e regista di “Le cinque leggende” e di “mostri contro alieni” Peter Ramsey ha demolito la nuova funzione di Netflix sui suoi account social. “I consumatori vogliono anche mangiare e avere rapporti più veloci di una volta e mezzo? 1.5X?”, scrive su Twitter, “Hanno ragione? Deve essere tutto studiato per le persone pigre e senza gusto?”.

La risposta di Netflix

Netflix però risponde e fa sapere che la nuova funzione è stata espressamente richiesta da un numero consistente di iscritti e che è stata testata per andare incontro agli spettatori.

“Testiamo regolarmente nuove funzionalità che potrebbero aiutare a migliorarci. Quest’ultimo test ha generato una discreta quantità di feedback, sia a favore che contro”, spiegano dall’azienda, come riporta L’Huffington Post, “È una funzionalità che è stata a lungo disponibile sui lettori DVD – ed è stata spesso richiesta dai nostri membri. Ad esempio, le persone che cercano di rivedere la loro scena preferita o vogliono rallentare perché è un titolo in lingua straniera.”

Netflix, torna il mese di prova gratis in Italia

14
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.