Coronavirus:
positivi 50.966
deceduti 33.072
guariti 147.101

La guida di Marie Kondo su come ritrovare gioia e serenità in casa durante la quarantena

Di Cristina Migliaccio
Pubblicato il 3 Apr. 2020 alle 12:13
148
Immagine di copertina
Crediti: Instagram

Coronavirus, la strategia di Marie Kondo per ritrovare la gioia di stare a casa durante la quarantena

Marie Kondo, la guru dell’ordine, ha dei consigli per ritrovare la gioia e la serenità di stare in casa durante questo lungo periodo di quarantena. In una videochiamata su Zoom la scorsa settimana, Marie Kondo ha spiegato che alla base della sua strategia c’è un processo di decluttering (vivere con il minimo indispensabile, eliminare il superfluo), il cui scopo però non è semplicemente quello di attenuare la noia da quarantena.

Marie Kondo ha già vissuto in passato un’esperienza da lockdown quando, nel 2011, il terremoto e lo tsunami che hanno colpito Tohoku l’hanno preparata a trascorrere un lungo periodo di reclusione forzata. All’epoca, la guru dell’ordine viveva a Tokyo e quella catastrofe naturale ha causato quasi 16 mila vittime. “In Giappone, le persone sono abituate a dover convivere con catastrofi naturali”. Oggi, Marie Kondo vive a Los Angeles con il marito e le sue due figlie. “Gran parte della nostra saggezza si basa sulla preparazione”, ha aggiunto Kondo.

Come ritrovare la gioia in casa: la guida di Marie Kondo

Marie Kondo è conosciuta in tutto il mondo per il suo metodo “KonMari”, un sistema tramite il quale si rinuncia brutalmente a oggetti che non regalano più gioia. In circostanze come quelle attuali, in cui il Coronavirus dissemina terrore ovunque e costringe le persone a riempire le dispense, Kondo assicura che la pulizia e l’organizzazione possono avere un effetto calmate sulla nostra mente e generare prospettive per il futuro. Prima di acquistare nuovi generi alimentari, perché non preparare un inventario di quel che c’è già in casa? Disponendo gli articoli in modo ordinato e scartando quello che è già scaduto, si avrà più controllo. “È proprio il non sapere che crea spirali di ansia e paura”.

Ad esempio, Marie Kondo ha dichiarato che, anziché acquistare altri generi alimentari, sta cercando di smaltire quello che aveva già in casa, producendo cibo a lunga conservazione. L’antica tecnica di conservazione degli alimenti ha dimostrato di produrre numerosi benefici per la salute, dal potenziamento del sistema immunitario al miglioramento della digestione. “Riempire i nostri scaffali di tutto e di più crea il problema di non avere abbastanza rifornimenti per tutti. Credo sia molto importante soffermarsi su questo”.

Lavorare da casa secondo Marie Kondo: “La confusione può costare caro alle aziende”

Lavorare da casa in questo periodo è necessario, allora perché non creare un ambiente professionale favorevole con un pizzico di creatività? Secondo il suo ultimo libro, Joy at Work: Organizing Your Professional Life, scritto in collaborazione con il professor Scott Sonenshein, avere una scrivania in ordine aiuta a schiarire le idee, così come snellire le caselle di posta elettronica e ordinare il calendario delle riunioni. Si sfata dunque la teoria secondo la quale una scrivania disordinata indichi un genio creativo. “La confusione può costare alle aziende miliardi di dollari ogni anno”.

Come Marie Kondo ha scritto nel suo libro, non tutto nella vita può generare gioia, ma l’atto di eliminare quello che non è strettamente necessario può favorire, se non la felicità, quantomeno un briciolo di gratitudine. “Penso che sia un buon momento per riordinare e riflettere su ciò che abbiamo nella nostra vita ed esserne grati”, ha concluso Kondo.

Leggi anche:

1. La nuova Marie Kondo vive a Milano: si chiama Le Yen Mai e riordina gli armadi delle influencer / 2. Il metodo Marie Kondo salverà il mondo (oltre che noi stessi)

148
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.