Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:08
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Costume

A Yale esiste un corso sulla felicità, la prof: “Dimenticate le maniere forti, trattatevi con gentilezza”

Immagine di copertina
Credit Image: John Pendygraft/Tampa Bay Times via ZUMA Wire

Dimentica le maniere forti. Adotta una mentalità positiva ed sii gentile con te stesso. L'autocompassione è il modo più efficace per apportare un cambiamento nella propria vita. Sembra difficile a credersi, eppure secondo la dott.ssa Laurie Santos, docente del corso universitario The Science of Well-being, è il sistema più potente per raggiungere i propri obiettivi

“Insegno al corso sulla felicità di Yale: ecco come realizzare i tuoi nuovi propositi”

Il 2020 è stato un anno sofferto. Il mondo è stato colpito da una pandemia senza precedenti che ha avuto, tra le altre cose, un impatto terribile sulla salute mentale collettiva con tassi di depressione e ansia alle stelle. Motivo per cui il 2021 è un anno carico di grandi aspettative. L’arrivo del vaccino e la promessa di un ritorno alla normalità ci hanno regalato qualcosa che ci mancava da tempo: la speranza. Ricominciare per molti è stato più eccitante del solito.

Diversi studi dimostrano che questo “ottimismo collettivo” per il nuovo anno offre una potente opportunità per cambiare il nostro comportamento in meglio. La psicologa dell’Università della Pennsylvania Katy Milkman ha constatato che le persone sono maggiormente spinte a pianificare nuovi obiettivi nei periodi di nuovi inizi piuttosto che nei momenti casuali dell’anno; è stato definito “effetto del nuovo inizio”. “Che si tratti del primo giorno di scuola o di un lunedì, i momenti di inizio ci danno una spinta di motivazione maggiore, concentrando la nostra attenzione sul quadro generale e su ciò che vogliamo veramente dalla vita. Questi inizi ci fanno sentire meno appesantiti dagli errori del passato, come se ci fosse stata data una tabula rasa. Ma se non affrontiamo i nostri obiettivi con saggezza, le risoluzioni possono fare più male che bene”, spiega la dott.ssa Laurie Santos, docente del corso sulla Felicità all’università di Yale, sul Guardian.

Per molti l’inizio del nuovo anno è un buon momento per rivedere le nostre abitudini, i nostri obiettivi, fare un bilancio sulla nostra vita e sulle nostre relazioni. Focalizziamo la nostra attenzione su tutte quelle cose che in passato non hanno funzionato o che non funzionano e crediamo che il modo migliore per cambiare ciò che non ci piace della nostra vita sia usare le maniere forti. “Cerchiamo di mortificarci in abitudini migliori. Ci diciamo che siamo grassi, pigri, fuori forma e deboli; che la nostra procrastinazione ci sta trattenendo. Ed è tutta colpa nostra. Presumiamo che vergognarsi sia l’unico modo per motivare con successo cambiamenti positivi“, dice la professoressa.

“Ma questo approccio è sorprendentemente inefficace, soprattutto se il tuo obiettivo è sentirti più felice. Le nostre menti hanno cattive intuizioni su cosa possiamo fare per migliorare il nostro umore. Diversi studi dimostrano che commettiamo continuamente “errori di felicità”: ci lamentiamo troppo, pensando di sfogarci. Pensiamo che passare del tempo da soli sia la cura per concentrarci sui nostri nuovi obiettivi, ma la ricerca mostra che saremmo più felici se stessimo insieme a un amico. Come docente del corso sulla scienza della felicità di Yale, so che diversi studi mostrano che la maggior parte di questi popolari obiettivi che ci prefissiamo a gennaio non portano alla felicità tanto quanto crediamo”, spiega Santos.

Cosa si impara nel corso sulla felicità di Yale? Ecco qualche esercizio
• 
Ogni sera, prima di andare a dormire, pratica la gratitudine: scrivi cinque cose belle e di cui sei grato che ti sono capitate durante il giorno. È un esercizio che può aumentare significativamente il tuo benessere in appena due settimane.
• Un altro cambiamento positivo implica essere più presenti. Uno studio dello psicologo di Harvard Dan Gilbert mostra che di solito siamo più felici quando prestiamo attenzione. “Allora perché non impegnarti con qualche minuto di meditazione ogni mattina?”, consiglia l’esperta sul Guardian.
• Considera il passaggio da una mentalità egoista a una un po’ più concentrata sugli altri. Le persone sono più felici quando aiutano gli altri.
• La scienza ci dice che le maniere forti non sono il modo più efficace per raggiungere i nostri nuovi obiettivi. La ricerca della psicologa Kristen Neff dell’Università del Texas ad Austin ha dimostrato che è più facile cambiare se adottiamo l’approccio opposto, trattandoci con gentilezza e riconoscendo che la sofferenza e la fragilità fanno solo parte dell’essere umano. “Parla a te stesso come un genitore amorevole o un allenatore che cerca di calmare piuttosto che rimproverare. Ricorda a te stesso che essere umano significa non essere sempre perfetto e concediti momenti di compassione: Neff suggerisce di accarezzarti la mano come faresti per consolare un amico”, spiega la dott.ssa Laurie Santos.

“La scienza dimostra che l’autocompassione è il modo più efficace per raggiungere i nostri obiettivi. Neff e altri hanno scoperto che le persone auto-compassionevoli mangiano meglio, fanno più esercizio fisico e sono più felici. Inoltre procrastinano meno e si rialzano più facilmente dopo i fallimenti”, conclude l’esperta.

Leggi anche: Perché dopo tutto non essere sempre felici è un bene;// Le dieci lezioni di felicità dell’Università di Berkeley
Ti potrebbe interessare
Costume / Dal RNG alla Roulette Online: gli algoritmi che controllano il gioco
Costume / “Impact Girl”, un nuovo media dedicato all’empowerment femminile
Costume / inTherapy: i percorsi di psicoterapia garantiti da Studi Cognitivi
Ti potrebbe interessare
Costume / Dal RNG alla Roulette Online: gli algoritmi che controllano il gioco
Costume / “Impact Girl”, un nuovo media dedicato all’empowerment femminile
Costume / inTherapy: i percorsi di psicoterapia garantiti da Studi Cognitivi
Costume / Costa Crociere: un’esperienza turistica incentrata sulla sostenibilità e la gastronomia
Costume / Vestiti lunghi per capodanno: 5 idee a cui ispirarsi
Costume / #DONAREVALEQUANTOFARE – Il nuovo spot Cei sul sostegno alla missione dei preti
Costume / Il codice fiscale: come si calcola e quando serve
Costume / Addio sigarette: come smettere grazie a 3 aromi naturali
Costume / La storia di Eva Menta, modella e influencer di successo
Costume / Dove mangiare questo weekend: tre dritte per il fine settimana