Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 13:53
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Costume

Chiara Ferragni mette al bando la plastica nella sua azienda

Immagine di copertina
Chiara Ferragni. credit: Instagram

Chiara Ferragni mette al bando la plastica nella sua azienda

Chiara Ferragni per l’ambiente: la fashion blogger di Cremona ha bandito la plastica dalle sedi della sua azienda. L’influencer più famosa d’Italia dice no alla plastica e risponde così all’esigenza di fare qualcosa per il pianeta che muore.

Così Chiara Ferragni annuncia che The Blonde Salad e Chiara Ferragni Collection aderiscono alla campagna #PlasticFreeWater lanciata da Culligan. In questo modo saranno risparmiate circa 3.500 bottiglie d’acqua all’anno: un bel risultato.

La fashion blogger ha abbracciato in questo modo il sistema Bio-Refresh ideato dalla società che opera nel settore del trattamento d’acqua e nelle due sedi di Milano dell’azienda di Chiara Ferragni sono stati banditi del tutto i contenitori di plastica, sostituiti da quelli in vetro.

All’anno verranno così risparmiati quasi cento chili di Pet, ovvero 336 chili di C02. Ora ci si aspetta che tante aziende prendano spunto dall’azione green di Chiara Ferragni e, chissà, magari l’influencer riuscirà a influenzare anche tutte le ragazze e i ragazzi che seguono con costanza la fashion blogger.

I dati rispetto alla plastica e all’inquinamento che essa produce nel mondo sono noti ormai da tempo e sono decisamente inquietanti: basti pensare che ogni minuto vengono vendute un milione di bottiglie in plastica.

Di queste soltanto una parte esigua viene smaltita in modo corretto o riciclata, mentre la maggior parte finisce nei mari, inquina l’acqua e danneggia la natura in modo quasi irreversibile. Migliorare l’impatto ambientale è possibile: ognuno dovrebbe scegliere di non acquistare acqua in bottiglie di plastica in modo da migliorare l’impatto sull’ambiente.

Quali prodotti non troveremo più nei supermercati dopo lo stop alla plastica usa e getta

Plastic tax: cosa è e come funziona la tassa sulla plastica nella manovra 2020

Così l’Italia esporta illegalmente rifiuti di plastica all’estero

Ti potrebbe interessare
Costume / Martina Vismara, modella e blogger che insegna l’amore per il corpo
Costume / Com’è nata la Nintendo Switch OLED?
Costume / Antonio Ricci a TPI: “Io sono una bestia ma voi siete ipocriti”
Ti potrebbe interessare
Costume / Martina Vismara, modella e blogger che insegna l’amore per il corpo
Costume / Com’è nata la Nintendo Switch OLED?
Costume / Antonio Ricci a TPI: “Io sono una bestia ma voi siete ipocriti”
Costume / Svolta arcobaleno nei fumetti: il nuovo Superman è bisessuale
Costume / Pensare troppo causa infelicità: e se ti dicessimo che stai sprecando il 66% della tua vita?
Costume / Come fare una fattura elettronica: guida alla compilazione
Costume / L’ultimo allievo di De Chirico
Costume / Orietta Berti a TPI: “Mi vogliono tutti perché faccio audience”
Costume / A cos* serv* l* schwa: è davvero necessario un nuovo segno scritto per includere tutti?
Costume / Casinò online: le differenze normative negli Stati Europei