Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:11
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Costume

L’amicizia speciale nata tra un cane e una piccola giraffa: la storia di Jazz e Hunter

Immagine di copertina

Jazz è stata portata al rifugio a soli due giorni di vita ed era in pessime condizioni

L’amicizia speciale nata tra un cane e una piccola giraffa: la storia di Jazz e Hunter

L’amico vero ti sta vicino nel momento del bisogno: questo, Jazz e Hunter lo sanno bene. La loro è un’amicizia speciale. Jazz è una piccola giraffa, alta quasi due metri, rimasta orfana di madre mentre Hunter è un giovane pastore belga Malinois, in genere cane da guardia e impegnato in attività anti-bracconaggio.

Cane e giraffa sono diventati inseparabili e la loro storia ha fatto il giro del mondo. Un’amicizia nata al Rhino Orpahnage, una struttura che si occupa del recupero di rinoceronti orfani nella provincia di Limpopo (Sudafrica), dove Jazz è stata portata a soli due giorni di vita. Era stata trovata allo stato brado da un contadino, debole e disidratata.

A prendersi cura del cucciolo di giraffa è stato Janie Van Heerden, che racconta di Jazz: “Era stato abbandonato dalla madre ed era molto debole. Lo stiamo nutrendo con del latte, delle foglie e adesso pian piano sta iniziando a mangiare di più”.

Crediti: AP

Ma Heerdern non è l’unico. Ad aver adottato il cucciolo di giraffa è il fiero Hunter, che non la perde d’occhio neanche un instante.

Come riporta La Stampa, le prime ore al rifugio per Jazz sono state difficili: “Il cucciolo è stato praticamente in coma per le prime 18 ore, poi ha iniziato a dare i primi segnali di vita”, ha spiegato il dottor Pierre Bester, che lo ha sottoposto a diverse flebo per somministrargli fluidi e sostanze nutrienti. E Hunter, preoccupato per la giraffa, non ha voluto mangiare finché non l’ha vista riprendersi. “È un animale davvero speciale siamo molto contenti che faccia parte del nostro team”, hanno spiegato gli operatori del rifugio.

La piccola giraffa si sta rimettendo in sesto e, quando sarà in perfetta forma, verrà rimessa in libertà.

Lo scoiattolo salvato da un uragano che non dorme più senza il suo orsacchiotto
Ti potrebbe interessare
Costume / Il noleggio a lungo termine: quando conviene?
Costume / I vantaggi delle banche online
Costume / Muccino contro Bernardini de Pace: “Schiaccia persone come fossero noci”. La replica: “Lui non vale niente”
Ti potrebbe interessare
Costume / Il noleggio a lungo termine: quando conviene?
Costume / I vantaggi delle banche online
Costume / Muccino contro Bernardini de Pace: “Schiaccia persone come fossero noci”. La replica: “Lui non vale niente”
Costume / Fedez: “Canzone contro Carabinieri? A 18 anni sparavo stro**ate come Meloni”
Costume / Scacchieri, è lui il primo biscotto sbarcato su Twitch in Italia
Costume / Una buona strategia di marketing passa anche dalle t-shirt personalizzate
Costume / Premiato il Progetto “67 Colonne per l’Arena di Verona”, un altro grande successo per Gian Luca Rana
Costume / Come rendere la tua casa più moderna in 3 semplici mosse
Costume / Chi è Dario Item: l’ambasciatore di Antigua e Barbuda
Costume / Dal backgammon dei romani al primo casinò della storia: quando l’Italia arriva prima anche nei giochi