Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 21:56
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Costume

Bebe Vio diventa una Barbie: “Spero sia di ispirazione per le bambine di tutte il mondo”

Immagine di copertina
Bebe Vio e la sua Barbie. Credit: Instagram

Bebe Vio diventa una Barbie: la campionessa di scherma premiata dalla Mattel

La campionessa di scherma Bebe Vio diventa una Barbie. A Milano,  in occasione del 60esimo compleanno della bambola più famosa al mondo, la Mattel ha donato alla campionessa paralimpica mondiale ed europea in carica di fioretto individuale una Barbie “one of a kind”.

Non è una bambola qualsiasi, è la bambola con le sembianze dell’atleta ed è il più alto riconoscimento concesso dalla casa produttrice di giocattoli statunitense, “al fine di celebrare il ruolo che ha avuto nell’aumentare la consapevolezza delle infinite possibilità a disposizione per le bambine di tutto il mondo”.

L’atleta, 22 anni compiuti il 4 marzo, ha apprezzato particolarmente il gesto del brand statunitense e su Instagram ha pubblicato una serie di foto in cui è ritratta con in mano la Bebe Vio Barbie. Accanto alle foto, la campionessa ha scritto: “Guarda mamma, I’m a Barbie Girl. Non posso ancora crederci! Da piccola mi divertivo ad “infilzare” Ken facendo tirare di scherma la mia Barbie. Era il mio modo per convincermi che l’astuzia e la tecnica potessero annullare le differenze fisiche con il bambolotto maschio”, ha scritto Bebe Vio.

“Oggi, il solo pensiero che qualcun altro potrà farlo con il mio personaggio mi riempe il cuore e mi ricorda la responsabilità che ho nei confronti di molti bambini. Spero di non tradirvi mai e di poter essere sempre più una fonte d’ispirazione”, si legge ancora nel post.

Bebe ha iniziato a tirare di scherma sin da piccolissima. A 11 anni, però, la sua vita è cambiata: una meningite fulminante ha costretto i medici a procedere con l’amputazione di avambracci e gambe. Questo, però, non ha fermato la grinta della giovane, che ha continuato a lottare per il suo sogno. È stato il suo papà a ideare una protesi particolare che le permettesse di reggere il fioretto e così la vita di Bebe è tornata a splendere.

I successi non sono mancati: le Paralimpiadi di Rio de Janeiro nel 2016, i Mondiali di Roma nel 2017 e l’anno dopo gli Europei di Terni. Una carrellata di vittorie che oggi più che mai rendono bebe fiera del suo percorso.

La Barbie “one of a kind” è l’ennesimo riconoscimento. In Italia è stata creata anche per l’astrofisica Sandra Savaglio, la stilista Alberta Ferretti, la chef Rosanna Marziale e la cantante Elisa.
Come Bebe Vio ha superato la più grande prova della sua vita

Ti potrebbe interessare
Costume / Citazioni sul tennis: le più belle da conoscere
Costume / Black Friday 2021: cos’è, quando inizia e quanto dura
Costume / Italiani al volante: auto nuova ogni sette anni circa
Ti potrebbe interessare
Costume / Citazioni sul tennis: le più belle da conoscere
Costume / Black Friday 2021: cos’è, quando inizia e quanto dura
Costume / Italiani al volante: auto nuova ogni sette anni circa
Costume / Martina Vismara, modella e blogger che insegna l’amore per il corpo
Costume / Com’è nata la Nintendo Switch OLED?
Costume / Antonio Ricci a TPI: “Io sono una bestia ma voi siete ipocriti”
Costume / Svolta arcobaleno nei fumetti: il nuovo Superman è bisessuale
Costume / Pensare troppo causa infelicità: e se ti dicessimo che stai sprecando il 66% della tua vita?
Costume / Come fare una fattura elettronica: guida alla compilazione
Costume / L’ultimo allievo di De Chirico