Amanda Knox contro Lady Gaga: “La prigione è la prigione”

Di Marco Nepi
Pubblicato il 26 Ott. 2019 alle 11:26
248
Immagine di copertina
Amanda Knox, Lady Gaga

Amanda Knox attacca Lady Gaga su Twitter

È successo davvero: Amanda Knox contro Lady Gaga in un duello del tutto originale andato in scena su Twitter. È successo il 25 ottobre 2019, quando la 32enne statunitense – per quattro anni in carcere con l’accusa di omicidio, poi assolta – ha ritwittato un post della popstar di origini italiane rispondendo aspramente.

“Fame is prison”, ha scritto la cantante: “Il successo è una prigione”. Una frase che fa riflettere sullo stato psicofisico della cantante, da sempre particolarmente sensibile e suscettibile a tutto quello che le è successo sin da quando era giovanissima. Era chiaro che la popstar si stesse riferendo alla pressione mediatica a cui è sottoposta ormai da anni, non sempre facile da gestire.

Ma questo deve averlo del tutto ignorato, Amanda Knox, che, piuttosto, ha preso alla lettera quanto scritto dalla cantante e ha ribattuto con fermezza che, no, cara Lady Gaga, la prigione è un’altra cosa. “Prison is prison”, “la prigione è la prigione”.

Lei, che in prigione ci è stata per quattro anni, ha risposto per le rime allo sfogo della cantante statunitense. Amanda Knox è rimasta in una prigione italiana per quattro anni, con l’accusa di aver ucciso la sua coinquilina, Meredith Kercher, il 1 novembre del 2007. Poi è arrivata l’assoluzione per lei e per Raffaele Sollecito, il suo fidanzato di allora, ma il caso, uno dei più intricati – anche a livello giudiziario – ha avuto una grande eco mediatica, soprattutto nel mondo anglosassone.

Oggi Amanda Knox vive a Seattle con suo marito. La 32enne è finita sotto ai riflettori nell’ultimo periodo per aver lanciato una raccolta fondi sui social per finanziare la sua festa di nozze. In realtà i due si erano già sposati qualche mese prima, ma Amanda ha voluto coinvolgere i suoi amici (e, soprattutto, i fan) per realizzare una festa vera e propria.

Meredith Kercher, in vendita la casa del delitto di Perugia

248
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.