Covid ultime 24h
casi +29.003
deceduti +822
tamponi +232.711
terapie intensive -2

“Sardine, è arrivato il momento di lottare insieme per ambiente e democrazia”: il rappresentante di Fridays for Future Roma a TPI

"Ambiente e democrazia sono in pericolo". Parlano i ragazzi di Fridays for Future, che si preparano allo sciopero globale per il clima del 29 novembre

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 22 Nov. 2019 alle 14:16 Aggiornato il 27 Nov. 2019 alle 11:56
4.9k

.

Sardine e Fridays for Future si uniscono per lo sciopero globale per il clima

“Clima e democrazia: bisogna lottare per entrambi e lo faremo unendo Friday for Future e Sardine”. A dirlo ai microfoni di TPI è Riccardo Nanni, rappresentante di Fridays for Future Roma, il movimento nato dopo gli scioperi della giovane attivista svedese Greta Thunberg.

“Abbiamo scritto una lettera alle sardine – spiega Riccardo – che si potrebbe riassumere con tante frasi fatte: uno per tutti, tutti per uno; l’unione fa la forza. Invece, vogliamo dirlo nel modo che conosciamo meglio, invitandovi a portare le sardine al Global Climate Strike che ci vedrà scendere nelle strade e nelle piazze il 29 novembre”.

Gli studenti dei Fridays For Future si rivolgono alle giovani Sardine per stimolare la convergenza delle due mobilitazioni. L’occasione è imminente: i cortei per il clima che da sud a nord riempiranno le strade della penisola venerdì prossimo, 29 novembre. Sarà il quarto sciopero globale in meno di un anno, dopo quelli del 15 marzo, 24 maggio e 27 settembre (1 milione di persone in piazza in oltre 190 città italiane).

“Con i precedenti scioperi abbiamo alzato l’attenzione sulla questione climatica e stiamo iniziando a ottenere i primi effetti concreti – dice il giovane attivista – Ad esempio, la Banca europea per gli investimenti ha recentemente annullato i finanziamenti ai progetti che producono energia da fonti fossili. Simili misure, però, non bastano: siamo in una situazione di emergenza climatica. Le decisioni politiche del governo italiano, poi, continuano a essere insufficienti. Servono coraggio e azioni efficaci”.

Solo due giorni fa il Senato non voluto approvare il taglio dei sussidi dannosi per l’ambiente, rinviandolo a un “collegato ambientale” della legge di bilancio previsto per l’inizio del prossimo anno. Al centro delle critiche dei movimenti e delle organizzazioni ecologiste rimane il Piano nazionale integrato energia e clima (Pniec) che dovrà essere definito e votato entro il 31 dicembre.

Secondo gli attivisti ambientali è totalmente inadeguato a rispettare gli obiettivi stabiliti dal Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico (Ipcc) per contenere l’aumento delle temperature sul pianeta. Il piano insiste sull’utilizzo del gas, che Greenpeace definisce “un combustibile fossile spacciato come “amico del clima” e che invece emette Co2, alimentando la crisi climatica”. Riccardo spiega: “Alla COP25 di Madrid, dove sarà presente anche Greta, chiederemo l’obiettivo zero emissioni di combustibile fossile”.

Venerdì 29, oltre che la data dello sciopero per il clima, è anche il Black friday, il giorno che apre con sconti e promozioni la stagione dello shopping natalizio. “Il nostro movimento vuole trasformare l’apoteosi del consumismo nel “Block Fridays” – continua Riccardo Nanni – Dobbiamo approfondire le azioni di ribellione civile. Durante il corteo gli studenti delle scuole segnaleranno in alcuni punti sensibili la gravità della situazione in cui ci troviamo. Ormai sappiamo che la crisi climatica non produrrà soltanto miliardi di danni a livello economico, ma anche un prezzo enorme in termini di vite umane. Bisogna agire adesso”.

Leggi anche:

Roma, protesta Friday for future: “Sardine, uniamoci nella lotta contro il populismo”

“I genitori non ci capiscono e gli adulti ci prendono in giro, ma non ci importa”: a TPI parlano i giovani dello sciopero sul clima

La “carta dei valori” delle Sardine: stilati i dieci punti su cui si basa il movimento

4.9k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.