Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 16:30
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Ambiente

I pesci provano lo stesso dolore degli esseri umani, la conferma di uno studio

Immagine di copertina

La ricerca mostra che i pesci presentano sintomi come l'iper-ventilazione e cambiamenti comportamentali

I pesci possono provare dolore in modo simile agli umani, lo dice uno studio

I pesci provano lo stesso dolore degli esseri umani, la conferma in uno studio.

Gli scienziati sono giunti alla conclusione che gli animali provano dolore in modo paragonabile ai mammiferi.

Il dolore nei pesci è una questione controversa, alcuni sostengono che il sistema nervoso degli animali non sia abbastanza complesso da percepire il dolore in modo significativo. Altri, invece, hanno dimostrato che in realtà i pesci provano lo stesso dolore degli esseri umani.

Dall’iper-ventilazione alla perdita di appetito fino ai cambiamenti comportamentali a lungo termine dopo un’esperienza dolorosa, lo studio della dottoressa Lynne Sneddon ha analizzato il dolore tra i pesci rivelando come gli animali cerchino di evitarlo, in maniera molto simile agli esseri umani.

“Quando alle labbra del pesce viene dato uno stimolo doloroso – continua Sneddon – si strofinano la bocca contro il lato della vasca proprio come se ci stropicciassimo la punta del piede quando viene pestato”.

“Se accettiamo il dolore sperimentato dai pesci, possiamo iniziare a trattarli in modo diverso”.

Secondo la scienziata, questo studio deve spingere infatti l’uomo a una nuova concezione del trattamento degli animali.

“Bisogna prestare attenzione quando si maneggiano i pesci per evitare di danneggiare la loro pelle sensibile. Anche l’uccisione dovrebbe avvenire in maniera molto ‘più umana’”.

Quanta plastica c’è nel pesce che mangiamo?
Ti potrebbe interessare
Ambiente / Papa Francesco: “La Natura ce la sta facendo pagare”
Ambiente / Inquinamento nascosto: così le microplastiche hanno invaso il mare della Puglia
Ambiente / La causa del secolo: la storia delle giovani attiviste che hanno fatto causa allo Stato per inazione climatica
Ti potrebbe interessare
Ambiente / Papa Francesco: “La Natura ce la sta facendo pagare”
Ambiente / Inquinamento nascosto: così le microplastiche hanno invaso il mare della Puglia
Ambiente / La causa del secolo: la storia delle giovani attiviste che hanno fatto causa allo Stato per inazione climatica
Ambiente / Emergenza siccità, il governo prepara il Dpcm: tutto il Nord in “zona rossa”. A rischio anche Marche e Lazio
Ambiente / Giudizio universale: i cittadini fanno causa allo Stato per “inazione climatica”. Ecco cosa ha deciso il giudice
Ambiente / Emergenza siccità, l’allarme di Enel: “L’acqua è finita”
Ambiente / Emergenza siccità, il ministro Patuanelli: “Inevitabile dichiarare lo stato di crisi”
Ambiente / Allarme siccità sul Po, chiesto il razionamento dell’acqua in 125 comuni: “Valori mai visti da 70 anni”
Ambiente / Imprese green, bilancio di sostenibilità elemento imprescindibile per creare valore
Ambiente / Le tre semplici regole per una pasta ancora più green