Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 10:57
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Ambiente

Manovra, Costa: “Undici miliardi in tre anni per l’ambiente”

Immagine di copertina

Manovra, Costa: “Undici miliardi in tre anni per l’ambiente”

“Per la prima volta credo si sia guardato in modo diverso al mondo dell’ambiente perché si è strutturato per i prossimi tre anni investimenti green per 11 miliardi”. Così il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, riferendosi alla Manovra approvata.

Manovra approvata

Nella notte tra martedì 15 e mercoledì 16 il governo Conte ha dato il via libera “salvo intese” alla legge di Bilancio e al dl fisco collegato alla manovra 2020. Ora il testo, che verrà sintetizzato nel Documento programmatico di bilancio, verrà inviato in queste ore a Bruxelles, che dovrà esprimere un parere sulla manovra.

La manovra individua risorse a copertura degli interventi per circa 15 miliardi: la revisione e rimodulazione della spesa pubblica a livello centrale consentirà di reperire risorse per circa 2,7 miliardi; la rimodulazione selettiva delle agevolazioni fiscali e dei sussidi dannosi per l’ambiente, nonché l’aumento della tassazione sugli imballaggi di plastica per promuovere la sostenibilità dell’ambiente porta maggiori risorse per oltre 2 miliardi di euro. Lo si legge nel Documento programmatico di bilancio 2020 inviato all’Ue.

La tassa per la plastica

Dal primo giugno 2020, il governo introdurrà una tassa di un euro per ogni chilo di imballaggio di plastica. Fra le altre misure per la promozione della sostenibilità dell’ambiente ci sono l’eliminazione del beneficio sul gasolio per veicoli Euro3 + Euro4 (dal 2021) e una tassa per prodotti inquinanti impiegati per la produzione di energia.

È previsto anche un incremento dal 30 per cento al 100 per cento nella determinazione della base imponibile ai fini Irpef del reddito ritraibile per le auto aziendali più inquinanti. Le misure porteranno circa 1,8 miliardi di euro nelle casse dello Stato.

Leggi anche:

> Manovra 2020: cosa prevede la legge di Bilancio approvata dal governo
Ti potrebbe interessare
Ambiente / Amazzonia, l’allarme del WWF: la deforestazione sta raggiungendo un punto di non ritorno
Ambiente / Qatarstrofe ambientale: Fifa e Doha hanno già vinto la Coppa dell’inquinamento
Ambiente / Il nuovo report del WWF: in 20 anni oltre 3mila tigri confiscate in 50 Paesi
Ti potrebbe interessare
Ambiente / Amazzonia, l’allarme del WWF: la deforestazione sta raggiungendo un punto di non ritorno
Ambiente / Qatarstrofe ambientale: Fifa e Doha hanno già vinto la Coppa dell’inquinamento
Ambiente / Il nuovo report del WWF: in 20 anni oltre 3mila tigri confiscate in 50 Paesi
Ambiente / L’allarme del WWF: nel 2020 la massa di tutti i manufatti realizzati dall’uomo ha superato la biomassa naturale
Ambiente / Cop27, nasce un “fondo di riparazione” per i danni ambientali. Ma manca l’accordo sui combustibili fossili
Ambiente / Brutto clima a Capitol Hill: la carica dei negazionisti al Congresso Usa
Ambiente / Vienna, attivisti per il clima lanciano liquido nero su un quadro di Klimt
Ambiente / Il cambiamento climatico favorisce il ritorno del colera: nel 2022 boom di casi e letalità triplicata
Ambiente / Siamo diventati 8 miliardi: per la Terra è un numero insostenibile ma c’è chi pensa di guadagnarci
Ambiente / “I nostri governanti non si rendono conto di quanto è grave la situazione sul clima”