Me
HomeAmbiente

Friday for future, lo sciopero per il clima di venerdì 27 settembre

Di Laura Melissari
Pubblicato il 26 Set. 2019 alle 17:13 Aggiornato il 26 Set. 2019 alle 17:15
Immagine di copertina

Friday for future, lo sciopero per il clima di venerdì 27 settembre 2019

Torna il Friday for future: venerdì 27 settembre 2019 è il giorno del terzo sciopero globale per il clima. Migliaia di ragazzi, e non solo, scenderanno in piazza in tutta Italia e in tutto il mondo per chiedere ai governi un’azione concreta per contrastare i cambiamenti climatici.

Con lo sciopero per il clima i manifestanti vogliono lanciare un appello ai leader globali perché mantengano l’aumento della temperatura media globale sotto il livello di 1.5°C rispetto all’era pre-industriale, così come previsto dagli accordi di Parigi.

Il terzo sciopero globale per il clima arriva a pochi giorni dalla partecipazione di Greta Thunberg all’Assemblea delle Nazioni Unite. In quell’occasione Greta Thunberg ha tenuto un appassionato discorso in cui ha usato parole forti che hanno fatto il giro del mondo: “La scienza da trent’anni è chiara ma voi distogliete lo sguardo, come osate? Mi avete rubato i sogni, l’infanzia e l’adolescenza”.

La settimana di mobilitazione per il clima era iniziata già venerdì scorso, con appuntamenti in tutto il mondo, e culmina venerdì 27 settembre con lo sciopero globale. Il primo sciopero globale per il clima si è tenuto lo scorso 15 marzo 2019, ed è stato un evento dalla portata storica, con una mobilitazione in contemporanea in migliaia di città del pianeta.

Friday for future in Italia

Sono centinaia gli scioperi organizzati dagli studenti in tutta Italia, dalle grandi città ai piccoli paesi di provincia.

“4 anni dopo la firma dell’Accordo di Parigi, le promesse che ci sono state fatte devono ancora trasformarsi in azioni. Dobbiamo accelerare la transizione verso un’Italia a 0 emissioni. L’obiettivo è farcela entro il 2030, ma la strada sembra ancora lunga e tortuosa, vista l’indifferenza della politica nei confronti della crisi climatica. Sono sempre più numerosi i cittadini che vogliono aria più pulita, meno plastica nei nostri oceani, più energia da fonti rinnovabili, un futuro sostenibile per i bambini, in breve più risolutezza politica per il clima. A Settembre faremo appello per una politica climatica più ambiziosa a livello globale, europeo e nazionale”, si legge nell’appello di Friday for future Italia.

La mappa degli scioperi

In questa mappa è possibile consultare tutti i luoghi in cui si terrà uno sciopero per il clima, in occasione del Friday for future di venerdì 27 settembre 2019.

Friday for future: lo sciopero globale per il clima a Roma. Orari, percorso del corteo e bus deviati

Il ministro Fioramonti: “Assenze giustificate da scuola per lo sciopero per il clima”

Il ministro dell’istruzione, Lorenzo Fioramonti, nei giorni scorsi aveva inviato una circolare alle scuole invitandole a giustificare le assenze degli studenti che partecipano alle manifestazioni per il clima.

“In accordo con quanto richiesto da molte parti sociali e realtà associative impegnate nelle tematiche ambientali – ha scritto il ministro – ho dato mandato di redigere una circolare che invitasse le scuole, pur nella loro autonomia, a considerare giustificate le assenze degli studenti occorse per la mobilitazione mondiale contro il cambiamento climatico”, ha detto il ministro Fioramonti il 23 settembre 2019,  in un post su Facebook parlando delle iniziative Fridays for future, lo sciopero per il clima.

Friday for future Milano: lo sciopero globale per il clima. Orario, percorso del corteo e bus