Me

Le donne single sono più felici: le ricerche lo dimostrano

Immagine di copertina

Le donne single sono più felici degli uomini e non hanno fretta di trovare un partner per non restare sole.

A dimostrarlo è un’indagine svolta in Inghilterra dalla società di ricerche di mercato di Londra, Mintel secondo cui il 75 per cento delle donne sole, contro il 70 per cento degli uomini, hanno raccontato di non essersi impegnate nell’ultimo anno per trovare un partner.

Il 61 per cento delle intervistate ha anche aggiunto di essere felice della propria condizione sentimentale, contro il 49 per cento degli uomini.

Il motivo? Gli esperti spiegano che per una donna essere in una relazione è più faticoso che per un uomo perché comporta un aumento del lavoro in casa e implica un intenso supporto emotivo per il partner.

Per un uomo invece avere una relazione vuol dire lavorare di meno.

L’essere single ha anche effetti positivi sulla rete di amicizie che una donna è in grado di costruirsi e che è generalmente superiore a quella degli uomini, considerati dagli esperti meno attenti alle relazioni sociali e più schivi.

Il sondaggio trova riscontro anche nel libro di Paul Dolan docente di Scienza del comportamento alla London School of Economics and Political Science, in cui si evidenzia come le donne single e senza figli sono quelle più felici.

Anche secondo Dolan un uomo trae maggiori vantaggi rispetto alle donna dal matrimonio, senza contare che sulla controparte femminile ricade il peso di dover essere sempre curata e attraente per poter trovare un compagno.

Sforzo che è generalmente meno richiesto per gli uomini, secondo quanto spiega Dolan.

Anche se essere single rende più felici, resta forte la pressione psicologica derivante dai modelli imposti dalla società. Secondo l’indagine condotta da Mintel il 54 per cento dei single giovani sono preoccupati dalla loro condizione di single il 33 si sente sotto pressione dalle critiche altrui.

Ma ci sono anche altri lati positivi:  secondo uno studio effettuato da ricercatori dell’Università di Berna chi è solo ha più possibilità di migliorare la propria autostima.