Me

Anna Frank, parla la sua migliore amica: “Non era facile starle vicino”

Immagine di copertina
Il diario di Anna Frank

Anna Frank migliore amica

Non era facile essere amica di Anna Frank. A dirlo è Jacqueline van Maarsen, 90 anni e l’infanzia trascorsa proprio con la ragazzina simbolo dell’Olocausto. In un’intervista rilasciata al quotidiano tedesco Bild e pubblicata proprio in occasione del 90esimo compleanno di Anna Frank, la donna ha raccontato la sua giovinezza e il rapporto con l’amica Anna.

Anna Frank migliore amica | Il carattere di Anna

“Anna era la più estroversa di noi, io la più silenziosa. Lei sprizzava gioia di vivere”, ha riferito al Bild Jacqueline. Le due, come ha raccontato ancora la 90enne, si conobbero mentre frequentavano la scuola ebraica di Amsterdam, durante il periodo di esilio della famiglia di Anna, originaria di Francoforte. Era il 1941 e avevano appena dodici anni.

Nell’intervista al quotidiano tedesco, si legge che le bambine passavano il tempo giocando a Monopoli. Ma dal ritratto fatto dalla donna, viene fuori un ritratto particolare di Anna Frank: “Anna voleva che non giocassi con altri che con lei”, ha raccontato van Maarsen.

Anna Frank migliore amica | La determinazione della ragazzina

“Lei sapeva che i tedeschi non la volevano in quanto ebrea e una volta mi disse: ‘chiederò personalmente alla regina se mi può far diventare olandese'”, ha continuato l’anziana signora. Durante l’intervista, Jacqueline ha avuto modo di parlare anche del diario che la ragazzina scrisse prima e durante la prigionia nel campo di concentramento prima ad Auschwitz-Birkenau e poi a Bergen-Belsen.

“Anne pensava di scrivere solo la sua storia, la storia di una ragazzina. Oggi sappiamo che era la storia del mondo che ha documentato”, ha raccontato la 90enne, che dalla furia dei nazisti si salvò solo perché, nonostante il padre fosse ebreo, la madre era cattolica.

Le battute “sporche” di Anne Frank trovate nelle pagine segrete del diario

Chi ha tradito Anna Frank? Un nuovo libro rivela l’identità del delatore del nascondiglio segreto

Ricordando Anna Frank