Me

Romina Power contro le “scie chimiche” degli aerei: la cantante in versione complottista

Immagine di copertina

Romina Power è tornata ancora una volta a parlare delle “scie chimiche” rilasciate in cielo dagli aerei. Non è la prima volta che la cantante affronta questo tema: “Povero cielo come lo stanno combinando. Poveri noi quando se ne sentiremmo gli effetti”, ha scritto in un post su Instagram.

Secondo la teoria delle “scie chimiche”, che trova largo spazio in rete, alcuni aerei rilascerebbero delle sostanze chimiche al loro passaggio con lo scopo di provocare cambiamenti climatici o avvelenare l’aria.

Chi sposa questa visione complottista cerca di avvalorarla con le foto delle famose scie bianche rilasciate dagli aerei in volo frutto della condensazione e solidificazione del vapore acqueo.

L’ex moglie di Al Bano in passato aveva scritto diversi altri post sullo stesso tema: “Poor California, poor USA, poor world! #chemtrails”, aveva postato solo qualche giorno fa sul suo profilo social trovandosi lo stesso spettacolo in California.

Non solo, la 68enne originaria di Los Angeles ha anche scritto una canzone sul tema: “Che malattia il vivere in un mondo dove ancora c’è conflitto
Seppelliamo amici e familiari, ma niente fermerà la nostra libertà – il testo continua così – Non vogliamo più che vinca la paura. Non vogliamo scie chimiche in un cielo blu. Il mondo va guarito insieme per poter in pace vivere…”.

Che la teoria delle “Chem Trails” sia vera oppure solo una bufala, i post della Power sull’argomento trovano sempre largo consenso sui social raccogliendo migliaia di like.

La confessione delle figlie di Al Bano e Romina: “Nostra madre ha donato casa ai buddhisti, noi in albergo”

Romina Power: “Mia figlia Ylenia è viva”

Romina Power
Credits: Instagram Romina Power