Me

Come è andato l’incontro tra Vladimir Putin e Kim Jong-un

Immagine di copertina
La stretta di mano a Vladivostok tra Kim Jong-un e Vladimir Putin. Credit: AFP

Si è concluso il vertice di Vladivostok tra il presidente russo Vladimir Putin e il leader nordcoreano Kim Jong-un, iniziato intorno alle 13 ora locale (le 5 del mattino in Italia).

All’inizio del vertice, Putin ha detto che la Russia sostiene e apprezza gli sforzi del leader nordcoreano per cercare di migliorare i rapporti con gli Stati Uniti.

“La situazione nella penisola coreana è di grande interesse per l’intera comunità internazionale. Spero che i nostri colloqui diverranno un importante evento per valutare assieme la situazione e scambiare opinioni”, ha replicato Kim, aggiungendo: “Mi auguro che il nostro incontro, signor presidente Péutin, sia utile per approfondire e sviluppare le relazioni tradizionalmente amichevoli e ben radicate tra la Corea del Nord e la Russia”.

Il dittatore nordcoreano, al termine dei colloqui, ha definito il vertice “uno scambio molto fruttuoso”.

“Sono venuto in Russia – ha detto Kim – per scambiare opinioni sull’attuale situazione nella penisola coreana, uno dei problemi più importanti dell’odierna agenda internazionale, e discutere dei metodi per risolvere pacificamente questa questione, e anche per scambiare opinioni sullo sviluppo delle nostre relazioni bilaterali in base alle esigenze del nuovo secolo”.

Il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato al termine del summit: “Abbiamo avuto un faccia a faccia approfondito: abbiamo parlato della storia delle nostre relazioni bilaterali, della situazione attuale e delle prospettive per lo sviluppo dei nostri legami. Abbiamo discusso della situazione nella penisola coreana e condiviso le nostre posizioni sulle misure da adottare affinché la situazione abbia buone prospettive di miglioramento”.

Putin ha definito “esauriente” la conversazione con Kim Jong-un sui rapporti tra le Coree e sul nucleare nordcoreano.

Quello che si è tenuto a Vladivostok era il primo incontro tra Kim e Putin.

L’incontro si svolge due mesi dopo il summit tra Trump e il dittatore nordcoreano tenutosi in Vietnam. Un incontro dall’esito non positivo, in quanto Stati Uniti e Corea del Nord non avevano trovato un accordo su denuclearizzazione e sanzioni.