Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Giulia Sarti e i finti rimborsi M5s: “Soldi spesi anche per filmini hard”, le Iene intervistano l’ex fidanzato

Immagine di copertina

Giulia Sarti, la grillina al centro della vicenda dei rimborsi finti al M5s, non smette di essere al centro delle polemiche. Nei giorni scorsi la deputata si era autosospesa perché era venuta fuori la storia che non era vero che era stato il suo fidanzato dell’epoca a fare i finti rimborsi.

I giudici avevano appurato che era stata lei a mettere in mezzo Andrea Tibusche Bogdan per levarsi dall’imbarazzo.

In un servizio di Filippo Roma, le Iene tornano ad attaccare la deputata, intervistando proprio l’ex ragazzo. Sono circa 23mila gli euro non restituiti da Sarti.

Rimborsopoli M5S, da onestà alla macchina per papà: tutti gli sms di Giulia Sarti

“La Sarti sostiene che non sapeva nulla di queste operazioni mentre se non ho capito male tu sostieni che invece lei sapeva eccome, o no?”, chiede Filippo Roma. “Eeeh hehehe, sarà bello sto processo, io non vedo l’ora di arrivare al processo”, risponde Bogdan. “Io non gestivo un cavolo, io le davo una mano a fare i conti quando mi veniva chiesto”, dice Bogdan

Secondo quanto emerge dal servizio delle Iene, Bogdan avrebbe detto ai giudici anche di più.

“Ella ha anche prestato del denaro, 7.000 euro, a suo padre per l’acquisto di un’autovettura e la ristrutturazione della casa avvenuta nel 2017. E spunta pure un’ipotesi tanto suggestiva quanto pruriginosa: Bogdan sostiene con un amico che parte di questi soldi non restituiti da Giulia Sarti potrebbero essere stati spesi per le riprese di alcuni filmini hard a casa dei due. Filmini in possesso di Bogdan”, dicono le Iene.

Dietro tutta questa storia ci sarebbe Rocco Casalino, che avrebbe spinto la Sarti a mettere in mezzo l’ex fidanzato, ma l’addetto stampa smentisce categoricamente.

Le Iene sostengono che a svelare la storia dei finti rimborsi e dei bonifici annullati furono Lorenzo Battista e Fabrizio Bocchino, due ex senatori del M5s. Senatori espulsi dal M5s nel 2014 e non ricandidati nel 2018.

Bogdan racconta a Filippo Roma di una cifra di 4.000 euro spesi per i “video controlli di Dedo e Luca”. A cosa si riferisce? Secondo le Iene si tratta di video a sfondo hard.

“Siamo venuti in possesso di una chat di Bogdan con un suo conoscente in cui racconta una storia di video hard che coinvolgerebbero l’onorevole Sarti e di cui lui si dichiara in possesso”, dice il servizio delle Iene. “Video hard che sarebbero stati realizzati da telecamere piazzate in una camera da letto”.

Non è chiaro cosa c’entri questa storia con Giulia Sarti, e che ruolo abbia l’ex fidanzato. Certo è che se ne vedranno delle belle.

Qui il video dell’anticipazione della puntata delle Iene:

A questo link il servizio completo.