Me

Cina, un bus si schianta in miniera: oltre 20 morti e 29 feriti

Il veicolo si è schiantato in un tunnel di servizio, al momento si sospetta che la causa sia stata un problema ai freni

Immagine di copertina
Credit: Xinhua/AFP

Almeno 20 persone sono morte e 30 sono rimaste ferite in un incidente che ha coinvolto un bus con 50 minatori a bordo nella più grande miniera d’argento della Cina nel nord del Paese. Il veicolo si è schiantato in un tunnel di servizio, al momento si sospetta che la causa sia stata un problema ai freni.

L’incidente è avvenuto in una miniera di piombo, zinco e argento gestita dalla Yinman Mining Co. nella regione interna della Mongolia, ha riferito l’agenzia di stampa Xinhua.

Nonostante i miglioramenti sul piano della sicurezza degli ultimi anni, decine di minatori cinesi muoiono ogni anno in gran parte a causa di esplosioni di gas, inondazioni sotterranee e crolli per difetti strutturali.

Il ministero cinese ha inviato un team di coordinamento delle operazioni per “guidare e fornire assistenza” su soccorsi e indagini sul sito dell’incidente.

A carico dei vertici della compagnia è stato disposto un limite agli spostamenti e ai viaggi, in attesa dei risultati degli accertamenti in corso.

Yinman Mining è controllata di Inner Mongolia Xingye Mining, colosso minerario quotato alla borsa di Shenzhen che produce circa 201 tonnellate di argento all’anno.

La Cina è il terzo produttore mondiale di argento in base ai dati del 2017, con un totale di 2.500 tonnellate. Poco più del doppio di quanto prodotto dagli Stati Uniti.