Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Cina, un bus si schianta in miniera: oltre 20 morti e 29 feriti

Il veicolo si è schiantato in un tunnel di servizio, al momento si sospetta che la causa sia stata un problema ai freni

Immagine di copertina
Credit: Xinhua/AFP

Almeno 20 persone sono morte e 30 sono rimaste ferite in un incidente che ha coinvolto un bus con 50 minatori a bordo nella più grande miniera d’argento della Cina nel nord del Paese. Il veicolo si è schiantato in un tunnel di servizio, al momento si sospetta che la causa sia stata un problema ai freni.

L’incidente è avvenuto in una miniera di piombo, zinco e argento gestita dalla Yinman Mining Co. nella regione interna della Mongolia, ha riferito l’agenzia di stampa Xinhua.

Nonostante i miglioramenti sul piano della sicurezza degli ultimi anni, decine di minatori cinesi muoiono ogni anno in gran parte a causa di esplosioni di gas, inondazioni sotterranee e crolli per difetti strutturali.

Il ministero cinese ha inviato un team di coordinamento delle operazioni per “guidare e fornire assistenza” su soccorsi e indagini sul sito dell’incidente.

A carico dei vertici della compagnia è stato disposto un limite agli spostamenti e ai viaggi, in attesa dei risultati degli accertamenti in corso.

Yinman Mining è controllata di Inner Mongolia Xingye Mining, colosso minerario quotato alla borsa di Shenzhen che produce circa 201 tonnellate di argento all’anno.

La Cina è il terzo produttore mondiale di argento in base ai dati del 2017, con un totale di 2.500 tonnellate. Poco più del doppio di quanto prodotto dagli Stati Uniti.