Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Chi era Karl Lagerfeld, uno dei più noti stilisti al mondo e direttore creativo di Fendi e Chanel

Immagine di copertina
Credit: PATRICK KOVARIK / AFP

Il 19 febbraio 2019 è morto a Parigi Karl Otto Lagerfeld, stilista tedesco e direttore creativo di Fendi e Chanel. Si tratta di uno dei più famosi stilisti del mondo.

Il noto stilista, uno degli ultimi miti viventi della moda, si è spento Hôpital Américain de Neuilly-sur-Seine all’età di 85 anni, a poche ore dall’inizio della settimana della moda milanese.

Icona intramontabile del fashion, non appariva mai in pubblico senza i suoi occhiali da sole.

Lagerfeld era nato ad Amburgo e ha vissuto lì dal 1935 al 1953, quando emigrò con la madre a Parigi. La sua carriera nel mondo della moda inizia nel 1955, quando vince un concorso per un cappotto che aveva realizzato. Poco dopo vince un altro concorso sponsorizzato dalla nota casa di moda Yves Saint Laurent.

La sua età è stata a lungo un mistero: per anni non ha voluto rivelare quando era nato, salvo poi “confessare” la data del 10 settembre 1935. Alcuni giornali avevano però smentito che lo stilista tedesco fosse nato quell’anno, portando prove a favore del 1933. Non si è mai sciolto il mistero.

Dopo aver lavorato per la maison di Pierre Balmain, passa a Jean Patou. Qualche anno dopo Lagerfeld approda alla maison romana Tiziani, fondata dall’inglese Evan Richards

Nel 1980 fonda la sua etichetta, chiamata Lagerfeld, specializzata in profumi e linee di vestiti. Lagerfeld ha collaborato con la svedese H&M. Per la sua linea di abbigliamento “Karl Lagerfeld” a Parigi hanno sfilato le più importanti supermodelle, tra cui Claudia Schiffer, la sua prediletta.

Lagerfeld è famoso anche per la sua carriera da fotografo, durante la quale ha immortalato star come Marilyn Manson.

Fino alla sua morte Lagerfeld è stato il capo esecutivo dei disegnatori della Maison Chanel e direttore creativo della Maison Fendi. Ha inoltre collaborato per anni anche con la Maison Chloé.

Appassionato di architettura, era grande amico di Zaha Hadid, alla quale ha commissionato il Mobile Art Pavilion per Chanel. All’architetto giapponese Tadao Andō ha invece affidato la realizzazione della sua casa-studio a Biarritz, in Francia. Fine estimatore di arte e di design, Lagerfeld ha una delle collezioni di libri d’arte più famosa al mondo.

Lagerfeld è famoso per aver perso 42 chilogrammi in 13 mesi, nel 2001, dopo aver seguito una dieta creata per lui da Jean-Claude Houdret, che ne ha tratto un libro chiamato The Karl Lagerfeld Diet. Il motivo? “Indossare cose che non ho mai messo”, come lui stesso raccontò.

Lagerfeld, mito intramontabile, passa alla storia, oltre per il suo talento artistico, anche per essere stato il primo dei grandi a “contaminarsi” con il fast-fashion, firmando una capsule collection per H&M nel lontano 2004.

Ha sempre stretto una serie di collaborazioni con personaggi pop come Madonna, Kylie Minogue, Pharrell Williams, Kristen Stewart.

Il suo amore più grande è Jacques de Bascher, amante conteso con Yves Saint Laurent.