Me

L’Isola dei famosi, Paolo Brosio sulle naufraghe in costume: “Prego la Madonna che mi faccia rimanere saldo nella fede”

Il giornalista è tra i nuovi concorrenti del reality condotto da Alessia Marcuzzi

Immagine di copertina

L’isola dei famosi, per il giornalista Paolo Brosio, non sarà un’impresa facile. Non solo per le avventure che dovrà affrontare – poco cibo, nessun tetto e le sfide sul piano fisico – ma anche per resistere alle bellissime concorrenti. Lui che ha fatto della fede il suo baluardo.

“Sarà difficile trovare l’amore sull’isola – in partenza il 24 gennaio 2019 su Canale 5 – bisognerà vedere in che stato sarò. O peschi o sennò la tromba non la suoni”, ha dichiarato Brosio alla trasmissione radiofonica I Lunatici, in onda su Rai Radio 2.

“Sicuramente non farò come Ceccherini, che tirò un moccolo pazzesco – ha precisato, ironizzando, lo scrittore – Semmai dirò ‘porca miseria’ o ‘acchipicchiaccia’”.

La fede accompagnerà il nuovo concorrente dell’Isola, anche se non esclude del tutto alcune tentazioni: “Certo, se prego il rosario e vedo passare la Taylor Mega, magari la guardo. È una creatura di Dio, la posso guardare. Bisogna vedere come la guardo. Anche io son fatto di ciccia, non sono mica santo. Prego la Madonna che mi faccia rimanere saldo nella fede, ma anche simpatico come so fare nelle situazioni più tremende, come quando ero sotto i ferri di Emilio Fede. Viva la Madonna, ma viva anche le mega mouse (ragazze avvenenti, ndr)”.

Brosio, che in passato aveva già partecipato al programma in veste di inviato, figura tra i naufraghi di Alessia Marcuzzi per un obiettivo preciso: “Son tre anni che cerco di realizzare con il progetto Mattone del cuore il primo pronto soccorso di Medjugorje, per tutte le etnie e tutte le religioni”.

“Abbiamo già messo da parte 190mila euro, ma per fare un ospedale in Bosnia ci vogliono almeno 750mila euro e poi lo devi allestire – ha spiegato il conduttore – L’Isola può diventare un’occasione in due sensi. Primo perché romperò le scatole a tutti con questo progetto. Ne parlerò spesso, davanti a milioni di italiani. E poi se accadrà un miracolo, per intercessione di San Giuseppe che commuove il cuore di suo figlio Gesù, e arriverò in finale, ci sarà un premio extracontratto di 100mila euro che io vorrei donare per questa finalità”.

LEGGI ANCHE: “Storie italiane”, Paolo Brosio parla di miracoli e il suo gatto inizia a sanguinare in diretta | VIDEO