Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Le più belle storie di Natale per i bambini

Immagine di copertina
Il Grinch, di Dr. Sauss

Natale non è un giorno dell’anno qualsiasi, è quel periodo in cui l’atmosfera diventa magica e, anche se non scende la neve, riviviamo emozioni e sensazioni di quando eravamo bambini. Il profumo della cannella si mischia a quello delle pagine dei vecchi libri che tiriamo fuori il giorno della vigilia, quando ci immergiamo tra le parole dal sapore antico e veniamo catapultati in mondi lontani. Ma quali sono le più belle storie di Natale per bambini? Ne abbiamo scelte cinque.

Il canto di Natale di Charles Dickens

La notte della vigilia di Natale, il vecchio banchiere Ebenezer Scrooge, che ha trascorso tutta la sua esistenza ad accumulare denaro, riceve la visita inaspettata e spaventosa del fantasma del suo socio. Ma non solo: all’anziano appariranno anche altri tre spiriti, che lo accompagneranno in un viaggio attraverso il Natale nel passato, nel presente e nel futuro. Il viaggio nel tempo servirà al vecchio banchiere per riflettere su quello che è diventato nel tempo: un uomo avido, insensibile e odiato, che trascorre le sue giornate a pensare ai suoi averi. La magia del Natale riuscirà a cambiarlo?

Il Grinch di Dr. Seuss

È possibile odiare il Natale? Di solito no, ma se si è soli, brutti e cattivi le possibilità di non amare quel periodo dell’anno aumentano. E il Grinch è colui che odia il Natale per eccellenza: un mostriciattolo verdognolo maligno che vive nella città di Chi-non-so. Il Grinch odia talmente tanto questo giorno che il suo solo obiettivo nella vita è diventato quello di rovinare le festività ai suoi concittadini. Così, calandosi nei panni di un finto Babbo Natale, ne combina di tutti i colori. Qualcuno però potrebbe essere in grado di fargli cambiare idea.

Le lettere di Babbo Natale di John R.R. Tolkien

Era il Natale del 1920 quando il celebre scrittore britannico J.R.R. Tolkien iniziò a inviare ai propri figli delle lettere firmate Babbo Natale. Nelle buste bianche, Tolkien infilava delle storie di Natale, accompagnate da disegni e illustrazioni. Per oltre trent’anni, a casa Tolkien continuarono ad arrivare le missive, con tanto di francobolli delle Poste Polari e consegnate dal postino o da ambasciatori misteriosi. La fiaba “Le lettere di Babbo Natale” nasce proprio da una raccolta di queste lettere selezionate.

Il pianeta degli alberi di Natale di Gianni Rodari

Si sa, Gianni Rodari è uno dei parolieri più preziosi che abbiamo mai avuto. Ne Il pianeta di Natale racconta la storia di un bambino, che arriva nello spazio a bordo di un vascello spaziale mascherato da cavallo a dondolo. Qui incontra degli alieni che vivono in un “pianeta della cuccagna”: trascorrono le loro giornate dedicandosi alle scienze, alle arti e alla politica, niente lavoro, ormai sostituiti dalle macchine. Un viaggio nello spazio che diventa una metafora della vita, dove i bambini devono essere in grado di crescere sapendo di diventare i governanti di domani, senza perdere l’innocenza e la spontaneità che li contraddistinguono.

Il mondo segreto di Babbo Natale di Alan Snow

Che cosa farà mai Babbo Natale mentre dormiamo? Come fa a controllare se ogni bambino del mondo è stato davvero buono o cattivo durante l’anno? E, ancora, quando babbo Natale scopre che un bambino non è stato così buono, che cosa accade?  E, dubbio ancora più grave, che cosa succede realmente ai bambini ‘meno buoni’? Il libro di Alan Snow risponde a queste e a tante altre domande sulla vita segreta dell’uomo più importante del Natale.