Me

Amancio Ortega: carriera e storia del successo del patron di Zara

Chi è Mr Zara, l'uomo che ha creato il più importante modello di business dell'abbigliamento low cost. E che, ad oggi, è uno degli uomini più ricchi d'Europa e del mondo.

Immagine di copertina

Amancio Ortega | Chi è | Zara | Carriera | Biografia | Storia | Vita privata

Amancio Ortega Gaona, è questo il nome completo dell’imprenditore spagnolo fondatore e patron di Zara – uno dei più noti marchi internazionali di abbigliamento low cost ed accessori.

Ortega, ad oggi uno degli uomini più ricchi d’Europa – ma anche del mondo – è decisamente partito “dal basso” per ritrovarsi ad 82 anni ad aver costruito un vero e proprio impero.

Classe 1936, Mr Zara è infatti nato a Busdongo, piccolo paese nella provincia di Leòn, da padre ferroviere e madre casalinga.

Appena quattordicenne Ortega ha iniziato a lavorare come fattorino in una sartoria di La Coruña, altro comune della Spagna nordoccidentale, in Galizia, dove si trasferisce la sua famiglia; è stato grazie a quella importante gavetta che Ortega ha iniziato a conoscere i gusti dei consumatori e ad addentrarsi in quell’universo che lo ha poi portato verso il successo.

Amancio Ortega, la strada del successo

Nel 1963 Ortega creava la sua prima società, la Confecciones GOA, tre lettere che andavano a richiamare il suo nome, anche se al contrario; in seguito, nell’anno 1975, apriva il suo primo negozio con marchio Zara. Ad oggi i punti vendita con questo nome sono 2.232, sparsi in 93 paesi.

La ricetta del successo di Ortega? E’ semplice e composta di due ingredienti principali: abbigliamento di tendenza e prezzi contenuti.

Fin da giovane, durante il lavoro in sartoria, osservava quanto alle persone piacesse cambiare spesso abbigliamento, ed ebbe l’intuizione di creare un modello di shopping che potesse accontentare questo bisogno e, soprattutto, tutte le tasche.

La sua prima attività in proprio, nata tre anni prima del primo negozio Zara, è stato il risultato del successo della sua idea di cucire – a mano, inizialmente, poi con l’ausilio di macchine – articoli di abbigliamento di qualità simile a quella di altre aziende, ma di venderli poi ad un prezzo decisamente più contenuto.

L’intuizione a fondamento del suo modello di business, ad oggi più che consolidato, fu quella di razionalizzare il più possibile il sistema di produzione e vendita, riducendo all’osso – se non eliminando – i costi degli intermediari e la pubblicità.

Una volta consolidata la sua strategia, insieme anche alla (ormai defunta) moglie Rosalia Mera, Ortega ha fondato il gruppo Inditex (Industrias de Diseño Textil Sociedad Anónima), che raccoglie al suo interno altri importanti e conosciuti marchi – Massimo Dutti, Pull and Bear, Bershka, Stradivarius, Oysho, Shkuaban, Uterque, Tempe e Zara Home – e di cui lui è maggior azionista.

Amancio Ortega, vita privata e curiosità 

Di Ortega sappiamo che ha tre figli (Marta, Sandra e Marcos) e che si è sposato due volte. La prima con Rosalia Mera, da cui ha divorziato nel 1986; la seconda con Flora Perez, da cui ha avuto Marta.

E proprio a proposito di Marta, la figlia di Mr Zara ha di recente attirato molta attenzione su di sé; o meglio, sul suo matrimonio.

Marta Ortega Perez, figlia più piccola del patron e di secondo letto, è con tutta probabilità l’erede dell’impero dell’abbigliamento del padre e ha di recente sposato Carlos Torretta, anche lui proveniente da una importante famiglia spagnola con un’identità consolidata nel settore della moda.