Me

Alberto Angela e i suoi viaggi col padre: “Abbiamo rischiato più volte di morire”

Il conduttore di Ulisse racconta alcune delle avventure indimenticabili con Piero Angela

Immagine di copertina
Alberto Angela, 56

In India sulle strade a strapiombo con un autista spericolato, al buio nelle foreste, in Indonesia con i tagliatori di teste. Queste sono solo alcune delle avventure mozzafiato della famiglia Angela. Padre e figlio sono andati ai confini del mondo nei loro viaggi e Alberto non li dimenticherà mai.

  • Chi è il figlio di Alberto Angela?

Vacanze al limite 

Di tutti i viaggi compiuti in gioventù con il padre, la madre e la sorella, due in particolare sono rimasti ben impressi nella memoria di Alberto: uno è stato nel Ladakh, una regione dell’Himalaya, quando aveva 14 anni. “Avevamo affittato un vecchio torpedone scassato e ricordo che l’autista piegava sempre mentre guidava su questi sentieri sterrati a strapiombo. Ma in India era una cosa normale” racconta il conduttore al settimanale  Tv Sorrisi e Canzoni.

Il secondo risale all’anno dopo, il 1977, in cui su un’isoletta dell’Indonesia chiamata Nias, la famiglia si è ritrovata nel bel mezzo di una tempesta e la popolazione autoctona era composta da cacciatori di teste.  “Ho pensato che saremmo affondati, che saremmo morti. Nessuno ci avrebbe più trovato- racconta Alberto Angela – Il comandante me lo ricordo sotto la pioggia, al buio, che studiava una cartina tutta strappata, cercando di ricomporla come fosse un puzzle”.

Gli ultimi successi di Alberto

Dopo il successo di Ulisse, Alberto Angela è pronto a girare le puntate di Meraviglie. Il figlio di Piero Angela ha totalizzato una media di 20% di share ogni sabato sera . E a fine novembre esce anche il suo libro su Cleopatra e il suo tempo.

Lo spirito d’avventura ha sicuramente le radici nei viaggi fatti col padre fin dall’infanzia.