Me

La dieta di Meghan Markle: i cibi che non potrà mangiare in gravidanza

Come tutte le donne in gravidanza, la duchessa di Sussex è tenuta a rispettare una dieta ferrea per non compromettere la sua salute e quella del bambino

Immagine di copertina
Il 15 ottobre 2018 è stata annunciata la gravidanza di Meghan Markle

I duchi di Sussex aspettano finalmente un bambino. Da mesi ormai i rumors si rincorrevano tra i corridoi di Buckingham Palace e finalmenta la lieta notizia è arrivata.

Il piccolo royal baby dovrebbe nascere in primavera e ancora non ci sono indiscrezioni sul sesso. Anche se in occasione dell’ultimo viaggio della coppia in Australia, il futuro papà si è lasciato scappare il desiderio di avere una femminuccia.

Ovviamente è già scattato il toto nomi. Tra i nomi più papabili ci sarebbero Victoria, Alice ed Elizabeth (come la bisnonna). Qualcuno, invece, ha sollevato la possibilità che la futura piccola di casa reale potrebbe prendere il nome della nonna paterna: Diana.

Ora che la duchessa di Sussex è in dolce attesa, oltre al rigidissimo protocollo che è costretta a osservare già in qualità di reale e, soprattutto, oltre alle regole che dovrà assecondare proprio perché incinta, Meghan Markle è chiamata a seguire una dieta rigorosa e precisa per far sì che il piccolo cresca sano e lei non abbia problemi di alcun tipo.

Ma quali sono i cibi nella lista nera della duchessa di Sussex?

Innanzitutto Meghan dovrà dire addio al suo amatissimo thè. Sappiamo, infatti, che la duchessa ha abbracciato con felicità l’abitutine british del thè pomeridiano, ma d’ora in avanti dovrà fare a meno di abusarne.

È fuori discussione, inoltre, che la duchessa assaggi carne cruda. La gravidanza indebolisce il sistema immunitario della futura mamma. Questo espone la donna a essere maggiormente esposta al rischio di contrarre una malattia di origine alimentare, come la listeriosi. Malattia che nelle donne incinte potrebbe essere contratta in forma più grave, oltre a provocare danni al bimbo.

Stessa cosa vale per gli affettati e i salumi. Infatti questi alimenti potrebbero essere dannosi, per questo si consiglia che vengano riscaldati a una temperatura di almeno 70 gradi.

Fino alla nascita del royal baby, Meghan dovrà fare a meno anche del pesce crudo. Addio sushi! Anche il pesce crudo e i frutti di mare possono contenere pericolosi batteri alimentari. Tutti i piatti a base di pesce devono essere cucinati bene e il pesce cotto ad almeno 70 gradi per eliminare ogni rischio.

Un altro elemento da evitare è il formaggio fatto con latte non pastorizzato. Dunque Meghan Markle dovrà dire no ai formaggi a pasta molle, di solito fatti proprio con latte non pastorizzato. Quindi niente brie, feta e roquefort.

Grande attenzione anche a erbe e verdure: se non vengono lavate accuratamente, erbe e verdure sono  potenziali fonti di batteri alla base di malattie di origine alimentare. Stesso discorso vale per i germogli. La duchessa – che sappiamo esserne particolarmente ghiotta – dovrà escluderli dalla sua dieta perché potrebbero causare intossicazioni alimentari. Dunque i medici consigliano di non lavare e cucinare accuratamente erba medica, trifoglio, soia verde e germogli di ravanello.

Anche le uova rientrano nella black list. O, per lo meno, devono essere cucinate veramente bene per essere mangiate senza alcun rischio dalla duchessa. Devono essere cotte a una temperatura di almeno 75 gradi per distruggere qualsiasi traccia di salmonella, batterio che potrebbe far star male la mamma, senza però nuocere sul feto.

Niente alcool per Meghan fino a primavera. Infatti qualsiasi tipo di alcolico potrebbe rivelarsi dannoso per il feto. Anche la frutta può essere alla base di malattie alimentari. Quando frutta e verdura vengono sbucciate, tagliate o spremute di fresco, i batteri potrebbero finire nei succhi. Ad esempio il toxoplasma, che si trova proprio su frutta e verdura non lavata e può essere davvero dannoso per mamme e bambini.