Me
I tatuaggi più banali che tutti si vogliono fare, secondo i tatuatori
Condividi su:
tatuaggi banali
Credits: @addormentaletuepaure, Tumblr.

I tatuaggi più banali che tutti si vogliono fare, secondo i tatuatori

Tecnicamente ogni tatuaggio è diverso, ma i tatuatori hanno notato dei cliché ricorrenti

16 Set. 2018
tatuaggi banali
Credits: @addormentaletuepaure, Tumblr.

I tatuaggi banali che tutti si vogliono fare, secondo i tatuatori

I tatuaggi sono un modo di esprimere sé stessi. Ma questo non vuol dire che le immagini che scegliamo di imprimere per sempre sulla nostra pelle siano originali, soprattutto quando un particolare simbolo, stile o disegno va improvvisamente di moda.

Certo, tecnicamente ogni tatuaggio è diverso, ma alcuni tattoo stanno diventando davvero banali: chiedetelo a un tatuatore, che ogni giorno vede sfilare decine di immagini davanti agli occhi.

Ecco quali sono, secondo i tattoo artist, i tatuaggi più banali.

I monumenti turistici

L’Empire State Building, la Tour Eiffel, l’Opera House di Sidney. Per quanto un tatuaggio che rappresenta un monumento famoso o il simbolo di una località turistica possa ricordarci i nostri viaggi in giro per il mondo, non siete gli unici ad averci pensato.

tatuaggi banali

Credits: @inkiheart, Tumblr.

Lo assicura Stefan Dinu, tattoo artist di London Inkaholics che ha tatuato migliaia di versioni della stessa manciata di monumenti durante la propria carriera.

I doni della morte di Harry Potter

Con la sua forma semplice e lineare ma anche il suo forte rimando a una delle serie di libri e film più amate, il triangolo dei doni della morte è il candidato perfetto per un tatuaggio.

tatuaggi banali


Credits: @ouchronthatwasmyfoot, Tumblr.

Secondo lo studio Good Times Tattoo di Londra, i doni della morte sono il tattoo che viene loro chiesto più di frequente, insieme alla maschera di Iron Man. Il consiglio è quello di scegliere, piuttosto, uno degli altri tantissimi simboli ricorrenti dell’universo magico di J.K. Rowling.

I piccoli tatuaggi sulle dita

“Vorrei che tutti gli amanti dei tatuaggi la smettessero di chiedere tattoo sulle dita o sulle mani come primo tatuaggio”, dice Stefan Dinu.

Infatti, le immagini sulle dita hanno una probabilità di sfumare con il tempo molto più alta.

tatuaggi banali

Credits: @lucymaymiles, Instagram.

Inoltre, nonostante molte persone che non si sono mai tatuate prima pensino che sia un’ottima idea per cominciare ad avvicinarsi a questo mondo, spesso non considerano che si tratta di una posizione in cui il disegno è sempre visibile, per voi e per gli altri.

Qualsiasi idea trovata su Pinterest

Secondo Naresh, un tatuatore 30enne che gestisce Flamin’ Eight, un altro studio di Londra, le idee più banali per i tatuaggi arrivano da Internet.

“Visto che il web è quello che è, tende a influenzare la gente e convincere le persone a tatuarsi immagini simili. Come tatuatori, dobbiamo spesso re-immaginare dei soggetti che ci vengono mostrati dai clienti sul cellulare”, dice.

tatuaggi banali

Credits: @illbeyourrunawayyy, Tumblr.

Oltre a essere banali, i tatuatori concordano che tanti di quei soggetti cominceranno a essere fuori moda dopo poco, lasciando i clienti poco soddisfatti della loro scelta sul lungo periodo.

I tatuaggi con i nomi dei figli

Per quanto l’intento sia lodevole, è un trend visto e rivisto. E soprattutto, dicono i tatuatori, è improbabile che un genitore si dimentichi il nome del figlio.

Rose

Benché siano bellissime, le rose sono anche i fiori tatuati più di frequente.

I tattoo artist di West 4 Tattoo, a New York, dicono che le rose sono il soggetto che viene più loro richiesto in assoluto. Ma “c’è qualcosa di talmente bello e senza tempo” in questo fiore che non dispiace loro.

tatuaggi banali

Credits: @darling-with-no-probs, Tumblr.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus