Me
Uomo smarrisce la fede nuziale: la ritrovano i medici nel suo stomaco
Condividi su:
Fede nuziale nello stomaco
La strana storia della fede nuziale di un pensionato lombardo

Uomo smarrisce la fede nuziale: la ritrovano i medici nel suo stomaco

L'incredibile storia capitata a un pensionato in vacanza in Abruzzo

06 Set. 2018
Fede nuziale nello stomaco
La strana storia della fede nuziale di un pensionato lombardo

Una fede nuziale nello stomaco: la storia dell’uomo che credeva di averla persa

A quanti è capitato nella propria vita di perdere un braccialetto, una collanina, un anello? Più o meno a tutti. A quanti è invece capitato di credere di aver perso un un braccialetto, una collanina, un anello e ritrovarlo poco dopo? Forse a molti meno.

La storia che invece arriva dalla Costa dei Trabocchi, siamo in Abruzzo nel chietino, è veramente molto poco usuale.

Durante una mattinata al mare il pensionato lombardo protagonista della vicenda si è accorto di avere smarrito la fede nuziale a cui, peraltro, teneva molto perché appartenuta alla moglie defunta.

Ha così cercato supporto negli altri bagnanti che in poco tempo hanno iniziato le ricerche lungo la spiaggia. Tutto inutile, nessuna traccia del prezioso anello.

Qualche ora più tardi l’uomo ha accusato un lieve malore e si è recato al Pronto Soccorso di Lanciano. Lì la rivelazione: un esame all’addome ha mostrato la presenza nello stomaco di un corpo estraneo, la sua fede nuziale.

Trasferito subito nel reparto di gastroenterologia, il pensionato – che aveva evidentemente ingoiato l’anello senza accorgersene – è stato sottoposto a una procedura endoscopica: “Abbiamo rimosso l’anello introducendo uno strumento dotato di pinza che viene utilizzato in queste circostanze. L’uomo è stato ben felice di recuperare la fede alla quale teneva così tanto e anche di aver evitato conseguenze peggiori per la propria salute” ha spiegato Giovanni Ferrini, responsabile del Servizio dell’ospedale abruzzese.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus