Me

Diciotti, Salvini indagato dai pm di Agrigento

Le ipotesi di reato per cui Salvini è stato indagato sono: sequestro di persona, arresto illegale e abuso d'ufficio

Immagine di copertina
Matteo Salvini.

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini è stato formalmente indagato dai procuratori di Agrigento per l’inchiesta sui migranti bloccati da giorni a bordo della Nave Diciotti. salvini indagato

Insieme a Salvini, è indagato anche il suo capo di gabinetto Matteo Piantedosi, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera.

Intanto, nella notte tra il 25 e il 26 agosto è stato completato lo sbarco dei 137 migranti che si trovavano ancora a bordo della nave.

L’indagine sul caso Diciotti (qui tutte le ultime news) non è così più a carico di ignoti, ma al contrario esplicitamente contro Salvini. Il procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio, e il sostituto Salvatore Vella, invieranno ora il fascicolo al tribunale dei ministri di Palermo.

Le ipotesi di reato per cui Salvini è stato indagato sono: sequestro di persona, arresto illegale e abuso d’ufficio. Tra gli indagati c’è anche il capo di gabinetto del ministro.

Intanto Salvini ha detto: “Il Procuratore di Agrigento ha chiesto ufficialmente i miei dati anagrafici. Per fare cosa???😁 Non perda tempo, glieli do io. Matteo Salvini, nato a Milano il 9/3/1973, residente a Milano in via xxx, cittadinanza italiana. Se vuole interrogarmi, o magari arrestarmi perché difendo i confini e la sicurezza del mio Paese, ne sono fiero e lo aspetto a braccia aperte! P.s. Nonostante insulti, minacce, inchieste e vergogne europee, sto lavorando per chiudere la “pratica Diciotti” senza che a pagare stavolta siano gli Italiani, visto che abbiamo accolto e speso abbastanza. Vi voglio bene Amici!”

• Diciotti, cosa rischia penalmente Salvini. Leggi

• Da dove vengono i migranti a bordo della Diciotti e perché non è vero, come dice Salvini, che sono tutti irregolari. Leggi

• Diciotti, ultime notizie: tutto quello che c’è da sapere sul caso della nave bloccata a Catania. Leggi

Gianni Alemanno denuncia il pm di Agrigento Patronaggio

Luigi Patronaggio sarà denunciato per “attentato contro i diritti politici del cittadino”.

Gianni Alemanno ha dato mandato ai suoi avvocati di denunciare il procuratore di Agrigento. “Come Segretario del Movimento Nazionale per la Sovranità ho anche dato mandato al nostro ufficio legale di verificare la possibilità di denunciare il pm Luigi Patronaggio ai sensi dell’Art. 294 del Codice Penale che sanziona gli ‘Attentati contro i diritti politici del cittadino'”, ha detto Alemanno.

“Questo articolo recita: ‘Chiunque con violenza, minaccia o inganno impedisce in tutto o in parte l’esercizio di un diritto politico […] è punito con la reclusione da uno a cinque anni’ in applicazione degli articoli 48 e 49 della Costituzione”, ha spiegato in una nota l’ex sindaco di Roma.

Secondo Alemanno “l’avviso di garanzia inviato a Salvini potrebbe infatti essere visto come un tentativo di impedire a un Ministro di svolgere la sua attività d’indirizzo politico direttamente conseguente dal voto espresso dalla maggioranza degli italiani sulla base di ben precisi impegni elettorali”.