Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Uganda, il parlamentare e pop star Bobi Wine è stato arrestato e accusato di tradimento

Secondo il suo avvocato Wine sarebbe stato aggredito in carcere e avrebbe bisogno di "urgenti cure mediche"

Immagine di copertina
Robert Kyagulanyi (alias Bobi Wine) compare in tribunale a Gulu il 23 agosto 2018. Credit: AFP

Bobi Wine, pop star e parlamentare ugandese, è stato arrestato per la seconda volta ed è accusato di tradimento dinanzi a un tribunale civile, poco dopo essere stato liberato da una corte militare.

Gli avvocati di Bobi Wine dicono che la star è stata aggredita durante i giorni in carcere, ma il presidente ugandese Yoweri Museveni – al potere dal 1986 – nega che ciò sia accaduto.

Bobi Wine, il cui vero nome è Robert Kyagulanyi, è una star dell’Afrobeat, famosa per canzoni su temi sociali.

Alcune personalità internazionali come Chris Martin, Damon Albarn e Angelique Kidjo hanno firmato un appello per la sua liberazione.

Secondo il giornale ugandese New Vision, l’avvocato di Wine ha detto che l’uomo “ha bisogno di urgenti cure mediche”.

Wine è stato arrestato insieme ad altre 30 persone prima delle elezioni della scorsa settimana nella città nord-occidentale di Arua, dove sia lui sia il presidente Museveni stavano facendo campagna elettorale per candidati di opposta fazione.

Le autorità dicono che i parlamentari dell’opposizione, tra cui Bobi Wine, hanno portato i loro sostenitori ad attaccare il convoglio del presidente con delle pietre. L’autista di Bobi Wine è stato successivamente ucciso.

Sempre secondo le autorità, nella stanza d’albergo di Wine ad Arua sarebbero state trovate armi e munizioni, ma lo stato ha ritirato le accuse contro Wine quando lui è comparso dinanzi al tribunale militare di Gulu.

Gli arresti hanno fatto aumentare la tensione nel paese e provocato una serie di proteste.

La polizia ha sigillato le case di alcune figure dell’opposizione e il politico d’opposizione Kizza Besigye è stata arrestata nella capitale Kampala.