Me

Beyoncé si confessa: “Vi racconto il dolore per una gravidanza a rischio e il mio corpo imperfetto”

La popstar si racconta in una lunga intervista intima: dal tormento per un corpo perfetto alla consapevolezza delle sue nuove forme

Immagine di copertina
La popstar Beyoncé si racconta in una lunga intervista. Credit: Getty

Beyoncé ha appena dato concesso una delle sue interviste più intime di sempre. La cantante, intervistata da giornlista di Jezebel, Clover Hope per September Issue di Vogue, ha parlato del suo viaggio, di come vuole crescere i suoi figli e della visione del suo corpo dopo aver dato alla luce Blue Ivy Carter e due sue gemelle.

Beyoncé ha rivelato è stata a riposo a letto per un mese intero prima di dare alla luce Sir e Rumi Carter, le due gemelline. Una gravidanza difficile, l’ultima della popstar, che ha messo a rischio la sua vita e quella delle due piccole.

Come si legge su Elle, Beyoncé ha riferito che dopo la nascita del primo figlio, si è lasciata condizionare dai dettami della società rispetto al corpo delle donne, del suo in particolare.

“Mi sono impegnata con tutta me stessa per perdere i chili che avevo preso in tre mesi, e programmato un piccolo piano per assicurarmi di portare avanti la cosa”, ha detto la cantante.

“Guardando indietro, è stato da pazzi. Stavo ancora allattando al seno quando ho fatto gli spettacoli di Revel ad Atlantic City nel 2012 – ha continuato Beyoncé – Dopo i gemelli, ho inziiato a vedere le cose in modo molto diverso”.

Sir Carter and Rumi 1 month today. 🙏🏽❤️👨🏽👩🏽👧🏽👶🏾👶🏾

Un post condiviso da Beyoncé (@beyonce) in data:


“La mia salute e la salute dei miei bambini erano in pericolo, quindi avevo una sezione di cesareo di emergenza. Abbiamo trascorso molte settimane in terapia intensiva neonatale”. In quei momenti di particolare tensione a sostenere la cantante è stato il marito: “Sono orgoglioso di essere stato testimone della sua forza ed evoluzione come uomo, migliore amico e padre”.

In quei moemnti di emergenza, Beyoncé non ha capito fino in fondo tutto quello che stava attraversando. Solo mesi dopo ha potutto elaborare la gravità della situazione e quanto lei e le sue bambine hanno rischiato.

“Oggi mi sento legata a qualsiasi genitore che abbia vissuto un’esperienza del genere. Dopo il cesareo, il mio cuore era diverso. È stato un intervento chirurgico importante. Alcuni dei tuoi organi vengono spostati temporaneamente e, in rari casi, rimossi temporaneamente durante l’intervento. Non sono sicuro che tutti lo capiscano”, ha continuato a raccontare la popstar.

Dopo il parto, Beyoncé ha avuto bisogno di tempo per recuperare e guarire: “Durante la mia guarigione, mi sono dedicata all’amore per me stessa. Ho accettato di essere più formosa, ho accettato quello che il mio corpo voleva essere. Dopo sei mesi, ho iniziato a prepararmi per Coachella“.

Una sorta di terapia che la cantante ha portato avanti in diversi modi e sotto tutti i punti di vista, anche quello alimentare: “Sono diventato vegana per un po’, ho rinunciato a caffè, alcolici e a tutte le bevande dolci. Ma sono stata paziente con me stessa e ho iniziato ad apprezzare le mie curve. Anche i miei figli e mio marito lo hanno fatto”.

Ancora oggi, la cantante – considerata una vera icona di femminilità oggi – non ha ancora riacquistato le forme pre-parto.

“Ad oggi le mie braccia, spalle, seno e cosce sono più piene”, ha spiegato.

La cantante ha anche parlato di come vuole che i suoi figli crescano: “Per me è importante che [le mie figlie] si vedano come CEO, come capi, e che sappiano che possono scrivere la sceneggiatura della propria vita”, ha detto.

“Non devono essere per forza di un certo tipo o rientrare in una categoria specifica, non devono essere politicamente corretti”. L’importante, spiega Beyoncé è che siano “autentiche, rispettose, compassionevoli ed empatiche. Possono esplorare qualsiasi religione, innamorarsi di ogni ‘razza’, e io amerò chiunque vogliano amare”.

“Voglio le stesse cose per mio figlio, voglio che sappia che può essere forte e coraggioso ma che può anche essere sensibile e gentile, voglio che mio figlio sia molto emotivo”. Deve essere, per la madre, “attento, sincero e onesto, è tutto ciò che una donna vuole in un uomo, eppure non lo insegniamo ai nostri ragazzi”.

“Spero di insegnare a mio figlio a non cadere vittima di ciò che internet dice che dovrebbe essere o di come dovrebbe amare”, ha continuato. “Voglio creare rappresentazioni migliori per lui, così gli sia permesso di raggiungere il suo pieno potenziale come uomo. Voglio insegnargli che la vera magia che possiede nel mondo è il potere di affermare la propria esistenza”.