Me
La collezione LEGO di Harry Potter che ogni fan dovrebbe avere
Condividi su:
harry potter lego
Una scenda del film di Harry Potter.

La collezione LEGO di Harry Potter che ogni fan dovrebbe avere

Dal Castello di Hogwarts al campo di Quiddicth: il mondo di Harry Potter in mattoncini

02 Ago. 2018
harry potter lego
Una scenda del film di Harry Potter.

Se sei un vero fan di Harry Potter non più non avere questa collezione fantastica di LEGO. Sono passati più di venti anni dall’uscita del primo libro della saga: era il 1997 quando il maghetto più famoso della storia entrava con prepotenza nelle nostre vite con Harry Potter e la Pietra Filosofale.

E quest’anno Milano celebra la saga con una imperdibile esposizione: la mostra internazionale Harry Potter – The Exhibition sbarca in Italia ed è pronta a impressionare grandi e bambini. Ma il regalo più grande (quasi commovente per i più appassionati) ce lo fa la LEGO.

I mattoncini più famosi del mondo ci propongono nuovi set ispirati alla saga del maghetto di Hogwarts. Ovviamente, ci sono tutti i personaggi e i luoghi salienti del mondo di Harry Potter.

Certo, avendo davanti la serie, è difficile scegliere quale sia il set più bello.

Il Castello di Hogwarts

Nel presentarvi la collezione non potevano che partire dal Castello più famoso del mondo della magia. Hogwarts appare in tutta la sua magnificenza. Anche chi non conosce così bene la saga non può non sapere che questo è il luogo per eccellenza delle avventure del maghetto e dei suoi amici.
Tutte le pozioni vengono preparate nelle stanze del Castello, quasi tutte le magie accadono tra i corridoi bui e labirintici di Hogwarts. In seimila pezzi LEGO ci regala un sogno, corredato da tanti accessori. Dalle torri alle creature. Addirittura abbiamo il Platano Picchiatore, la capanna di Hagrid, quattro minifigure e ben ventisette micro-personaggi.

Studenti, professori e dissennatori. Nella scatola troveremo oltre a Harry, Ron e Herminione, anche Draco Malfoy, Albus Silente ma anche il Professor Piton e la Professoressa McGranitt. E tanti altri. Prezzo: 399,99 euro.

L’Express del binario 9 e 3/4

Ok, per raggiungere il Castello di Hogwarts non puoi pensare di non prendere l’Express dal binario 9 e 3/4. Non è un trenino come gli altri. Dentro la sua scatola troveremo tutto quello che abbiamo sempre letto nei libri della saga: il ponte ferroviario con tanto di orologio e gradini che portano al famoso binario 9 e 3/4 della stazione di King’s Cross di Londra, ma anche l’ingresso mobile in mattoni, il poster “Wanted” e la Gazzetta del profeta.

Poi tutti i personaggi principali, compreso il Dissennatore. Ci sono Harry, Ron e Hermione, ma anche Remus Lupin e la Strega del carrello e Crosta. Prezzo: 84,99 euro.

Il Platano Picchiatore

Il Platano Picchiatore di Hogwarts arrivata direttamente dal secondo libro della saga Harry Potter e la Camera dei segreti. Nella scatola troviamo personaggi e pezzi che ci aiutano a riprodurre una delle scene più belle del secondo episodio della saga: la fuga dei giovani maghi dall’albero che mette in moto i suoi minacciosi rami rotanti.

Un dormitorio, l’aula delle pozioni, l’ufficio di Piton e una guferia. Poi i personaggi: Harry Potter, Ron Weasley, Hermione Granger, ma anche Seamus Finnigan, Argus Gazza e Severus Piton. E soprattutto la civetta di harry, Edvige. Prezzo: 74,99 euro.

La partita di Quidditch

Non poteva mancare un set con lo sport più amato dai maghi. Chi non ha sognato di giocare a Quittich?Nella scatola, tutte le squadre e gli elementi del campo da gioco. Le torri delle casate di Grifondoro, Serpeverde, Corvonero e Tassorosso, ma anche le tribune, una base con un lancia-bolidi e tre pali con funzione di portiere mobile per proteggere gli anelli. Prezzo: 39,99 euro.

Questi sono solo alcuni dei set, ma il consiglio è di andare a spulciare il sito della LEGO per rifarsi gli occhi (e poi aspettare il primo settembre per acquistarli).

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus