Me

Accordo Usa-Ue sui dazi, Trump: “Obiettivo è zero tariffe su beni commerciali”

L'incontro tra Juncker e Trump mette fine a quella che sarebbe potuta diventare una vera e propria guerra commerciale tra Stati Uniti e Unione europea

Immagine di copertina
Credit: Getty Images

Donald Trump e il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, si sono incontrati alla Casa Bianca per trovare un accordo per abbattere le barriere commerciali tra Stati Uniti e Unione europea.

“Gli Usa hanno accettato di lavorare per ridurre le barriere commerciali con l’Unione europea”, ha dichiarato Donald Trump dopo l’incontro Juncker.

Secono quanto affermato dal presidente americano, l’obiettivo è lavorare per arrivare a “zero tariffe, zero barriere commerciali, zero sussidi su beni industriali che non siano le auto”.

Trump ha anche dichiarato che è stata raggiunta una “nuova fase nella relazione” tra i due blocchi commerciali, e ha definito l’incontro un “grande giorno per il commercio libero ed equo”.

“Abbiamo appena iniziato la trattativa, ma sappiamo molto bene dove porterà”, ha affermato il presidente americano.

Anche Juncker ha definito l’incontro con Trump come “ottimo e costruttivo”.

Juncker e Trump hanno anche concordato di voler aumentare gli scambi commerciali nel settore dei servizi e dell’agricoltura, arrivando ad un aumento delle esportazioni di fagioli di soia prodotte negli Stati Uniti verso l’Ue.

“L’Unione europea inizierà a comprare molti più semi di soia, principalmente dagli agricoltori del Midwest”, ha affermato Trump.

Gli accordi fanno seguito alla crescente tensione venutasi a crare negli ultimi tempi tra l’Unionio e gli Usa.

I due leader hanno messo fine a quella che sarebbe potuta diventare una vera e propria guerra commerciale tra le due parti.

Secondo quanto dichiarato da Trump, l’Unione si impegna anche ad aumentare gli acquisti di gas naturale liquefatto dagli Stati Uniti.

Trump e Juncker hanno anche accettato di non imporre ulteriori tariffe mentre i negoziati sono in corso e di lavorare insieme per la riforma dell’Organizzazione mondiale del commercio.

“La mia intenzione di oggi era quella di arrivare ad un accordo ed è quello che abbiamo fatto.  Abbiamo alcuni temi su cui lavorare insieme”, ha detto Juncker.

A fine giugno l’Unione europea aveva introdotto delle tariffe sui prodotti simbolo delle esportazioni americane come contromisura ai provvedimenti su alluminio e acciaio lanciati dagli Stati Uniti.

Si trattava di dazi del 25 per cento, per un valore complessivo pari circa a 2,8 miliardi di euro, che sarebbero stati rimossi solo nel momento in cui anche gli Usa avessero abolito i loro.

Il primo giugno, infatti, l’amministrazione americana guidata da Donald Trumpha imposto delle tariffe del 25 e del 10 per cento sulle importazioni di acciaio e alluminio provenienti dall’Unione europea.