Me
Amazon sbarca nel calcio: acquistati i diritti tv per la Premier League
Condividi su:
amazon premier league
Il logo di Amazon Video

Amazon sbarca nel calcio: acquistati i diritti tv per la Premier League

L'azienda statunitense si è aggiudicato 20 partite del massimo campionato inglese

07 Giu. 2018
amazon premier league
Il logo di Amazon Video

Amazon sbarca nel mondo del calcio. Secondo quanto riporta il Telegraph, l’azienda statunitense, colosso dell’e-commerce, si è aggiudicata 20 partite a stagione del massimo campionato inglese, la Premier League.

Partite che verranno trasmesse per tre anni a partire dal 2019 tramite il servizio Prime Video: dieci di queste riguarderanno un turno infrasettimanale, le altre dieci nel Bank Holiday.

L’altro pacchetto a disposizione, sempre con 20 partite (due turni infrasettimanali), se l’è aggiudicato la pay-tv BT. Per vedere tutta la Premier League della prossima stagione, quindi, bisognerà acquistare tre diversi pacchetti.

Il più grosso, quello con 128 gare live (due in più rispetto a un anno fa) se lo è aggiudicato Sky UK. BT Sport, invece, ha portato a casa 52 partite (erano 42 la scorsa stagione). Infine le 20 ad Amazon.

Una mossa importante per Amazon che con l’acquisizione dei diritti tv della Premier League dimostra ancora una volta di voler puntare sempre di più sul servizio Prime Video. L’azienda statunitense in precedenza aveva acquistato anche diritti televisivi nel tennis.

“Cerchiamo sempre di aggiungere più valore al nostro prodotto”, ha detto Jay Marine, vice presidente di Amazon Video in Europa. “La Premier League è la lega sportiva più vista al mondo”. Acquisto migliore non si poteva fare.

Amazon girerà una serie tv sulla vita di Diego Armando Maradona

Il gigante dello streaming Amazon Prime vuole realizzare una serie che racconti la vita di Armando Maradona nella metà degli anni Ottanta, quando era all’apice della sua carriera e ha aiutato l’Argentina a vincere la Coppa del Mondo.

Il progetto, ancora senza nome, “mostrerà l’uomo dietro il campione”, secondo quanto dichiarato da Amazon, e la serie offrirà “uno sguardo inedito” sul giocatore, considerato ancora oggi uno dei più grandi del suo tempo e molto amato nella città di Napoli per aver aiutato la squadra di calcio a vincere il primo Scudetto.

“Ci sono pochi giocatori la cui notorietà supera i confini generazionali e geografici”, ha affermato Brad Beale, il vicepresidente delle acquisizioni televisive dell’azienda Amazon Prime.

“Maradona è un nome conosciuto in tutto il mondo e le imprese della sua carriera sono ancora adesso considerate tra i momenti più importanti della storia del calcio”.

“La storia ci offrirà uno sguardo nuovo su Maradona, non solo come campione ma anche come uomo”, ha aggiunto il produttore della serie, Francisco Cordero.

Il programma prodotto da Amazon Prime è il secondo che punta ad analizzare la figura di Maradona.

Asif Kapadiail regista del famoso documentario sulla vita della cantante Amy Winehouse, sta lavorando ad un nuovo progetto su Maradona, da lui stesso definito come “la terza parte di una trilogia dedicata all’infanzia e alla fama” del calciatore.

Il film, che dovrebbe uscire nelle sale entro la fine del 2018, è “un tipo diverso di storia [se comparato con i lavori su Amy e Senna]” e si concentra su “ciò che accade quando invecchi e sei una star”, ha spiegato Kapadia in un’intervista a The Observer a giugno 2017.

“L’idea del documentario su Diego mi è venuta tanto tempo fa, prima di realizzare Senna. Era nei meandri della mia mente come personaggio” su cui lavorare, ha aggiunto.

“Una persona che in diversi modi credeva di star combattendo contro il sistema”.

Amazon Prime di recente ha annunciato anche l’uscita di una docuserie sulla stagione record del Manchester City, quando è diventato la prima squadra ad aver raggiunto 100 punti mentre vincevano la Premier League.

Sulla stessa scia della serie Hard Knocks della HBO dedicata al football americano, lo show su Maradona è simile alla docuserie sulla Juventus realizzata da Netflix e il cui titolo è “Prima squadra: Juventus FC”.

Gli episodi sono disponibili sulla piattaforma Netflix dal 16 febbraio 2018.

Oltre quattro mesi di lavoro, fianco a fianco con i giocatori juventini, per scoprirne il lato più nascosto e offrirlo agli oltre 104 milioni di iscritti in 190 paesi.

I primi tre episodi della serie permettono al pubblico di tutto il mondo di accedere al dietro le quinte del club e vedere più da vicino Gianluigi Buffon, Federico Bernardeschi, Giorgio Chiellini, Douglas Costa, Gonzalo Higuaín, Claudio Marchisio, Miralem Pjanic, Daniele Rugani, oltre all’allenatore Massimiliano Allegri.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus