Iliad: cos’è e perché tutti parlano del nuovo operatore telefonico che potrebbe stravolgere il mercato
Condividi su:

Iliad: cos’è e perché tutti parlano del nuovo operatore telefonico che potrebbe stravolgere il mercato

L'operatore telefonico francese Iliad il 29 maggio 2018 è sbarcato sul mercato italiano, con una tariffa che parte da 5,99 euro al mese e che offre 30 giga di dati, minuti e sms illimitati per il primo milione di clienti

05 Giu. 2018  
iliad italia
Il 29 maggio 2018 è arrivato in Italia Iliad , il nuovo operatore telefonico low cost

Iliad Italia | Iliad Mobile | Offerte | Copertura

L’operatore telefonico francese Iliad è sbarcato sul mercato italiano il 29 maggio 2019, svelando la sua nuova offerta per le chiamate e per il traffico internet che potrebbe dare un colpo al mercato del settore.

Iliad, i giga in Europa sono 2 e non 32 come inizialmente comunicato, protesta degli utenti

Iliad propone chiamate e sms illimitati più 30 gigabyte al mese di traffico dati (effettivo, non su 28 giorni) a 5,99 euro, offerta nettamente inferiore alle proposte simili degli altri operatori, che per gli stessi servizi chiedono oltre 10 euro al mese.

Il pacchetto lanciato dal gruppo fondato da Xavier Niel presenta le stesse condizioni in tutta Europa e permette anche chiamate illimitate verso 65 paesi del mondo, ma è rivolta soltanto al primo milione di clienti che vorranno aderire all’offerta.

Per quanto riguarda le offerte in roaming, sono disponibili nell’abbonamento minuti e sms illimitati più 2GB dedicati. I Giga a disposizione in roaming sono solo 2 e non 32, come era stato precedentemente comunicato sul sito ufficiale.

Iliad scrive, per chiarire la questione, “Se ti trovi all’estero, utilizzi una SIM Iliad e stai cercando con Google Maps di districarti tra le vie di Madrid (o di un qualsiasi altro paese estero incluso in questa lista), devi sapere che lo potrai fare senza problemi utilizzando i 2GB di traffico inclusi nell’offerta e riservati al roaming EU. Una volta raggiunto il limite dei 2GB – che supera il volume minimo di traffico dati richiesto dalla direttiva europea per il piano tariffario sottoscritto – potrai continuare a navigare ma ti verranno applicate le tariffe per il consumo dati comodamente consultabili a questa pagina“.

Come si passa a Iliad

La registrazione potrà avvenire presso gli Iliad store e corner presenti nelle principali città italiane oppure sul sito del gruppo telefonico, che che non a caso il 29 maggio presentava non pochi problemi di connessione.

Non è invece stato precisato, in occasione dell’evento per il debutto in Italia di Iliad, quali saranno le tariffe telefoniche per coloro che arriveranno dopo.

Sono stati manifestati, alla luce dei prezzi così contenuti, dei dubbi sulla copertura della rete.

In merito, l’amministratore delegato di Iliad Italia, Benedetto Levi, ha dichiarato: “Stiamo sviluppando una nostra rete in Italia. Intanto abbiamo siglato accordi con compagnie di telecomunicazioni che ci consentono di avere una copertura quasi totale sul territorio”.

Al momento, in particolare, sarebbero infatti stati chiusi accordi con la compagnia Wind-Tre.

“La copertura è quasi pari al 100 per cento”, ha precisato Levi, che tuttavia ha aggiunto che per la definitiva creazione della rete di proprietà “ci vorranno anni”.

“La nostra offerta”, ha detto Levi, “ha condizioni che stanno in una pagina. Nel nostro pacchetto, inoltre, ci sono tutti i servizi normalmente a pagamento, come la segreteria telefonica e la notifica di chiamata in caso di telefono spento o occupato. La gente vuole chiarezza e libertà. Per questo la nostra offerta, che dura per sempre, è senza vincoli. Se i clienti resteranno con noi sarà perché lo vogliono”.

Nell’offerta mancano alcuni servizi come l’esistenza di un’app che consenta di controllare per esempio il consumo dei dati internet e di ascoltare la segreteria.

Su questo argomento, Levi ha mandato un messaggio agli operatori concorrenti, facendo un riferimento su come spesso questi nascondono nelle loro offerte servizi non richiesti a pagamento.

“È un po’ come se si trattasse di ‘pacchetti tutto escluso’. Inoltre, tipicamente le offerte telefoniche sono molto difficili da confrontare: c’è chi ha calcolato che ci vorrebbero 25 ore”, ha detto l’ad.

Quindi la stoccata alla concorrenza: “E poi c’è la storia più bella: l’aggiunta di un mese all’anno (la decisione di abbassare da 30 a 28 giorni il periodo di fatturazione delle bollette telefoniche, ndr), su cui sta indagando l’Antitrust ipotizzando un cartello sui prezzi. Nei documenti raccolti dall’autorità c’è la paura evidente per Iliad. Hanno ragione ad averla”.

Vodafone, Tim, Wind-Tre e Fastweb sono avvisate, vediamo come risponderanno.

Leggi anche: Bollette 28 giorni: come ottenere il rimborso dalle compagnie telefoniche