Me

Napoli: ufficiale l’addio di Sarri, arriva Ancelotti

Immagine di copertina
Il nuovo allenatore del Napoli Carlo Ancelotti

Napoli: ufficiale l’addio di Sarri, arriva Ancelotti

Ora è ufficiale: Carlo Ancelotti è il nuovo allenatore del Napoli. A renderlo noto è stato lo stesso club azzurro con un comunicato apparso sul proprio sito.

“Il Calcio Napoli – si legge – è lieto di annunciare di aver definito un accordo con l’allenatore Carlo Ancelotti avente ad oggetto la guida tecnica della Prima squadra per le prossime tre stagioni e quindi a partire dal 2018-2019”.

Notizia che ha mandato in tilt il sito del Napoli, preso d’assalto dai propri tifosi per apprendere direttamente dalla fonte la notizia che attendevano ormai da giorni: la firma di Carletto sul contratto con il club azzurro (triennale da 6,5 milioni di euro a stagione), arrivata tra ieri e oggi nei due vertici andati in scena negli uffici della Filmauro a Roma.

Poi è stato il turno dei social dove il club ha postato un saluto del nuovo allenatore azzurro: “Sono veramente felice e onorato di allenare la squadra di una città unica sostenuta da un tifo impareggiabile. Forza Napoli sempre!”

Annuncio anticipato dal presidente De Laurentiis che poco prima aveva cinguettato: “Ringrazio Maurizio Sarri per la sua preziosa dedizione al Calcio Napoli che ha permesso di regalare alla città e ai tifosi azzurri in tutto il mondo prestigio ed emozioni, creando un modello di gioco ammirato ovunque e da chiunque. Bravo Maurizio”. Un addio necessario per fare posto ad Ancelotti.

Con Ancelotti cambieranno probabilmente le prospettive di mercato e non solo per i nomi altisonanti (a partire da quello di Vidal) che ora verranno accostati al Napoli.

Sarri voleva degli “specialisti”, Carletto è invece più orientato verso gente versatile. Anche se poi un colpo in canna sembrerebbe essere quello del milanista Suso, che con le sue qualità ed i suoi parametri (ingaggio, età e costo del cartellino – con clausola rescissoria) piace da tempo a De Laurentiis.

Presto, troppo presto per fare previsioni di mercato. Per quello, di cui le parti hanno comunque parlato, ci sarà tempo. Intanto, il Napoli pensa al presente. Pensa ad Ancelotti.