Me

Juve, Chiellini attacca: “Var, arbitri e tanto altro. Gli avversari ci hanno mancato di rispetto”

Il difensore bianconero si è sfogato dopo la vittoria del settimo scudetto consecutivo

Immagine di copertina
Il difensore della Juventus Giorgio Chiellini

“Si è parlato male di noi. I media, gli addetti ai lavori e tanti altri ci hanno mancato di rispetto. Var, arbitri, brutto gioco e tante altre cose si sono sentite in giro, ma se vinciamo le partite un motivo c’è”. E’ un fiume in piena Giorgio Chiellini dopo il pareggio per 0-0 contro la Roma che ha dato alla Juventus il suo settimo scudetto consecutivo.

“Ogni anno si dice che la cosa più difficile è trovare le motivazioni ma c’è sempre qualcuno che tira fuori il meglio di noi”, ha proseguito il difensore juventino. “Ci dicono che siamo vecchi e brutti ma poi siamo sempre qui a vincere. Abbiamo davvero fatto qualcosa di straordinario”.

Chiellini ha poi voluto mandare una frecciatina ai rivali del Napoli, in particolare al compagno in Nazionale Lorenzo Insigne che dopo la vittoria a Torino aveva ironizzato sulle finali perse dai bianconeri in Europa: “Noi le finali le perdiamo perché le giochiamo, gli altri invece decidono di uscire ai sedicesimi. Sono scelte”, le parole del bianconero.

“Ma arriva il momento in cui bisogna chiedere scusa. Nella vita ci vuole rispetto. E quando si manca di rispetto si pagano le conseguenze”, ha detto.

“Hanno parlato troppo, fatto festa, fuochi d’artificio e pagato di conseguenza. Noi siamo stati zitti nel momento in cui dovevamo, ora ce la godiamo meritatamente. La verità è che tutte queste cose sono linfa vitale per noi, mai toccarci nell’orgoglio. Mai toccare l’orgoglio alla Juventus”, ha infine ammonito Chiellini.

Parole che hanno generato qualche polemica in particolare tra i tifosi del Napoli che mai come quest’anno hanno creduto di poter strappare il tricolore alla Juventus.

Campagna regione lazio