Me
L’argomento da non affrontare mai al primo appuntamento
Condividi su:
argomento primo appuntamento
Di cosa parlare al primo appuntamento? Ma soprattutto, di cosa non parlare? Credit: Pixabay

L’argomento da non affrontare mai al primo appuntamento

Oltre ai soliti dubbi su cosa indossare, dove incontrarsi e quale impressione dare, il primo appuntamento è anche caratterizzato da un grande punto interrogativo: di cosa parlare? Ma soprattutto, di cosa non parlare?

02 Mag. 2018
argomento primo appuntamento
Di cosa parlare al primo appuntamento? Ma soprattutto, di cosa non parlare? Credit: Pixabay

Il primo appuntamento è fondamentale per dare una buona impressione, e il più delle volte è determinante nella scelta di continuare la frequentazione.

Ci sono alcune persone che partono in maniera diretta ed esplicita facendo domande come “Cosa cerchi in una relazione?”, o “Perché hai rotto con il tuo ultimo partner?”, ma secondo l’esperto di incontri britannico James Preece la strategia migliore è quella di rimanere neutri e positivi, almeno durante il primo appuntamento.

L’esperto di incontri, infatti, ritiene che mantenendo la conversazione su un piano divertente e rilassato, le persone si sentano più a loro agio e mantengano sensazioni positive nei confronti dell’appuntamento.

“Se parli di cose positive e felici, allora sarai visto allo stesso modo. Quindi chiedi alla persona che hai di fronte della sua famiglia, delle vacanze più belle che ha fatto e scopri a cosa si appassionano”, ha detto Preece alla rivista britannica The Independent.

Quando le persone parlano di ciò che amano, si sentono più aperte alla conversazione. Quindi è importante cercare di capire quali argomenti scegliere a seconda della persona che si ha davanti.

L’argomento da non affrontare mai al primo appuntamento

A prescindere dal modo in cui si sceglie di affrontare il primo appuntamento, c’è una modalità da evitare in ogni modo se si spera in un secondo incontro.

È la pesantezza nel trattare gli argomenti, colpevole di lasciare nelle persone un brutto ricordo e una spiacevole sensazione.

“Se ti lamenti o fai domande legate a un argomento negativo, penseranno lo stesso di te”, ha spiegato Preece.

Questo significa evitare argomenti spinosi come la politica, il maltempo o domande sul perché la persona che stai incontrando sia ancora single.

Gli appuntamenti, inclusi i primi incontri, devono essere piacevoli e divertenti, espedienti per conoscere la persona che si ha davanti e capire se può diventare un potenziale partner.

“Non è il momento di condividere il tuo passato catastrofico, terribili ex o esperienze sessuali. Né è una buona idea confrontare gli appuntamenti fallimentari, sfogare le proprie opinioni politiche o in generale esprimere malcontento sulla vita”, ha spiegato a The Independent l’esperta di relazioni Madeleine Mason.

“Non chiedere alla persona che hai di fronte quanti ex ha avuto, a quanti appuntamenti è andata o perché la sua ultima relazione non ha funzionato. Chiedilo in un altro momento”.

Ciò non significa che non si possano fare domande: chiedi delle speranze e dei sogni dell’altra persona. “Chiedi loro quale sia la loro relazione ideale, dove si vedono tra cinque anni, quali sono i loro passatempi preferiti,” ha raccomandato Mason.

“Cerca di capire cosa li rende entusiasti della vita, trova elementi che avete in comune”.

Fare le domande giuste può aiutare le persone ad aprirsi. “Alle persone piace conoscere i propri simili, quindi usa le domande per farle aprire e trovare un terreno comune. Quando lo fai, legherai più velocemente e vorranno conoscerti di più”.

Infine, “ricorda di ascoltare le risposte che ti danno, per fargli sentire che la loro risposta è davvero importante per te”.

| Le imprevedibili conseguenze di un appuntamento su Tinder |

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Se ti piace questa notizia, segui TPI Pop direttamente su Facebook

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus