Me

È possibile essere amici e anche innamorati?

Uno studio sostiene che le persone sposate tendono a essere più felici, e ha riscontrato che i livelli di felicità degli sposi che si considerano anche migliori amici sono significativamente più alti

Immagine di copertina
Un fermo immagine del film "A lot like love".

I partner che sono anche amici hanno più possibilità di rimanere insieme | Lo studio | Altri dati sulle coppie sposate

Quando ci si sposa, non si può avere la certezza assoluta che l’unione durerà per sempre. Anzi, talvolta, il matrimonio viene descritto come la fine della libertà, della felicità, e dell’indipendenza.

Ma, in realtà, gli studi dimostrano che le persone sposate tendono a essere più felici e più sane delle persone che non sono sposate.

Lo studio

Uno studio del 2014, pubblicato sul sito di ricerca National Bureau of Economic Research, ha infatti confermato che le persone sposate tendono a essere più felici. E ha riscontrato che i livelli di felicità degli sposi che si considerano anche migliori amici sono significativamente più alti.

Il fatto che il tuo coniuge sia anche il tuo migliore amico indica una maggiore soddisfazione della vita in generale rispetto alle persone sposate che non considerano tale il proprio partner.

“Le persone che sono amiche con il proprio partner godono di grande benessere all’interno del matrimonio e della convivenza, anche rispetto ai livelli di benessere pre-matrimoniale”, hanno affermato gli autori dello studio.

“I benefici del matrimonio sono circa il doppio per coloro il cui coniuge è anche il loro migliore amico”.

Ciò si allinea con i risultati di uno studio a lungo termine condotto nel Regno Unito. Tra il 1991 e il 2009, la società di ricerca britannica British Household Panel Survey ha fatto a 30mile persone una serie di domande che quantificassero la loro soddisfazione di vita.

Una di quelle domande era: Scrivi il nome del tuo migliore amico.

Le persone che hanno scritto il nome del coniuge avevano il doppio delle probabilità di essere soddisfatte nella vita.

Comunque, “i benefici del matrimonio sono forti anche per coloro che sono ricchi di amici al di fuori della vita matrimoniale”, ha detto al New York Times il professore di economia ed esperto di felicità John Helliwell.

“È solo che, per quelli che considerano il loro coniuge il loro migliore amico, i benefici sono maggiori. È un bonus”.

Altri dati sulle coppie sposate

Il professore di medicina Robert H. Shmerling ha sottolineato, in un articolo pubblicato sulla rivista scientifica Harvard Health Publishing, che rispetto alle persone single gli sposati tendono a vivere più a lungo.

E non solo: sono meno soggetti a ictus e infarti, hanno una minore possibilità di diventare depressi, soffrono meno di malattie gravi come il cancro e, nel caso lo avessero, hanno più probabilità di sopravvivere.

Nel 2016 i ricercatori della Aston Medical School di Birmingham e dell’Università dell’Anglia orientale, entrambe nel Regno Unito, hanno condotto un nuovo studio.

Lo studio rivelava che essere sposati potrebbe migliorare le possibilità di sopravvivere a un infarto.

Nello specifico, i risultati dello studio hanno svelato che le persone sposate hanno il 14 per cento in meno di probabilità di morire dopo un attacco di cuore, rispetto ai single.

“I nostri risultati non devono essere motivo di preoccupazione per le persone single che hanno avuto un attacco di cuore”, ha detto il dottor Nicholas Gollop, dell’Università dell’Anglia orientale, in un comunicato stampa.

Perché le coppie che convivono senza sposarsi rischiano il collasso finanziario

Se ti piace questa notizia, segui TPI Pop direttamente su Facebook